Heraldrys Institute of Rome
Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español
  1. Home
  2. Pesquisa Sobrenome
  3. Resultado da pesquisa
  4. Origem do sobrenome

Origem do sobrenome Tabarelli De Fatis, país de origem: Italia

Nobreza: Conti
Rastro heráldico da família: Tabarelli De Fatis
Coroa de nobreza Tabarelli De Fatis La famiglia ha le stesse origini di quella dei conti Terlago. Il capostipite fu un Paolo, detto Tabarello, da cui discendono i due fratelli Antonio e Giovanni Conto, che, con diploma datato da Parma 5 aprile 1432, ebbero la nobiltà del S.R.I. dall'imperatore Sigismondo. Poco tempo dopo, in vista dell'azione svolta a beneficio del Principato, il vescovo di Trento, Alessandro di Mazovia, concedeva ai due fratelli in data 17 febb. 1433, un altro stemma, che venne riconfermato poi al vescovo Giorgio di Ilack il 3 febb. 1463 al suo massaro Antonio. nella stessa epoca viveva Cristoforo, console di Trento e medico di grido, il quale fu incaricato di esaminare il corpicino straziato di San Simone per darne un parere. Paolo, detto a ragione la gloria della famiglia, ebbe qualità distinte e godette la considerazione dell'imperatore Massimiliano I, che, nel 1511, lo scelse a podestà di Modena. Un fratello Antonio, decano... Continua

del Capitolo di Trento, fu incaricato d accettare a nome del principato la sottomissione di Riva; dopo un'amichevole convenzione coi veneziani, riconfermò gli statuti della città e fu accolto come un trionfatore. Fece edificare il sontuoso palazzo in Trento, unico ricordo della passata grandezza. Tomaso, consigliere imperiale e signore di Vigolo Vattaro, per i suoi meriti militari fu nominato cavaliere aurato e conte palatino: titoli che gli vennero riconosciuti dall'imperatore Carlo V con diploma dato a Trento il 27 aprile 1530. Lo stesso, riconfermando altra volta la nobiltà, aggiungeva il 24 febbraio 1533 la divisa: Magnanimo potuisse sat est. Lodovico, continuatore delle tradizioni della famiglia, si dedicò alla carriera militare, prese parte alle guerrre contro i turchi e cadde valorosamente in Ungheria a capo della sua colonna nel 1604. La famiglia mantenne a lungo la signoria di Vigolo e si suddivise in vari rami. Motto della famiglia: Magnanimo potuisse sat est. Lo stemma della famiglia Tabarelli De Fatis è: Inquartato: nel primo e quarto al veltro di nero, collarinato d'oro, ritto; nel secondo e terzo di rosso alla mezz'aquila bicipide di argento, rostrata e armata d'oro, uscente dalla partizione. Cimiero: Su due elmi torneari: a destra il veltro rivoltato, a sinistra la mezz'aquila dello scudo nascente.


Compre um documento heráldico sobre família Tabarelli De Fatis

Para mais informações ou dúvidas, por favor não hesite entre em contato conosco:

Escudo da família: Tabarelli De Fatis

Escudo da família Tabarelli de Fatis

1 Brasão da família Tabarelli de Fatis

Inquartato: nel primo e quarto al veltro di nero, collarinato d'oro, ritto; nel secondo e terzo di rosso alla mezz'aquila bicipide di argento, rostrata e armata d'oro, uscente dalla partizione. Cimiero: Su due elmi torneari: a destra il veltro rivoltato, a sinistra la mezz'aquila dello scudo nascente.

Compre Escudo da família

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook