Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origem do sobrenome Antobenedetti, país de origem: Italia

Nobreza: Nobili - Patrizi - Conti - Baroni
Heráldica da família: Antobenedetti
Coroa de nobreza Antobenedetti Antichissimo casato feudale, di chiara e provata virtù, le cui diramazioni signoreggiarono, sin dal Medio Evo, in numerosi castelli dell'Umbria, delle Marche, degli Abruzzi e nel resto dello Stato Pontificio. Da Gubbio, ove godettero dei patriziati onori ed il feudo di S. Colombano, gli Antobenedetti si diramarono in Pergola, L'Aquila, Pesaro, Senigallia, Velletri ed in Roma; di conseguenza furono ascritti al ceto patrizio e nobile di quelle sedi ed ebbero i titoli di: conti di Pergola, patrizi di Gubbio e di Ostra. La famiglia, inoltre, possedette numerosi feudi. La baronia di Forcella appartenne, nel secolo XIII, al ramo Aquilano ed... Continua

il Castello di S. Colomba fu signoria di un Antonello Antobenedetti, di Gubbio, nel 1250. I membri di tal famiglia ebbero, inoltre, il titolo di Conti di Vetoio. Pier Giorgio Antobenedetti, originario degli Abruzzi, si stabilì a Pesaro, nel secolo XV, ove fondò la propria famiglia, che poi fu fregiata del titolo di Conte. Giovanni Battista Antobenedetti, nato nel secolo XI in Ascoli, da Girolamo, valente Architetto, continuò l'attività paterna distinguendosi come uno dei più abili architetti e ingegneri militari, al servizio della Spagna. Si recò nelle Indie Occidentali e, nel 1529, progettò l'apertura nel Nicaragua di un canale che permettesse alle navi spagnuole dirette al Perù il passaggio dal Mar delle Antille al Pacifico. Più tardi propose a Filippo II il progetto di un grandioso sistema, che permettesse la navigazione interna della penisola iberica. Suo fratello Battista, fu anch'egli architetto e tecnico militare. Si distinse in Spagna, in Brasile e in Messico. Altro ramo. Nobile famiglia lucchese, alla quale appartennero i fratelli Alessandro e Giovanni, di Michele Antobenedetti, i quali si stabilirono a Ferrara, ove ottennero privilegi di cittadinanza dal duca Alfonso II d'Este, nel 1590, e dal giudice dei Savi, supremo magistrato della città, nell'anno 1606. Alessandro, figlio dell'ultimo d'essi, nato a Lucca, ma accasatosi nella nuova patria, divenne il capo stipite della linea ferrarese della famiglia. Ben presto questa famiglia ebbe il posto nel secondo ordine del Conslium centumvirale e fu quindi ufficialmente iscritta nel Libro d'oro, di Ferrara del 1842. Giovanni, di Alessandro, matematico e idrostatico (n. 1630), è annoverato fra gli uomini illustri di Ferrara. Suo figlio Giacomo, medico (n. 1661), insegnò nello Studio ferrarese. Un altro Giacomo, di Giuseppe (n. 1714), fu capitano al servizio della Spagna nel regno di Napoli; Giancarlo, nel 1677, fu vescovo di Ferentino; Antonio fu vescovo di Urbania e Sant'Angelo in Vado sotto il pontificato di Clemente XI. Altro ramo. Nobile famiglia, la quale, sin dal 1511, trovasi ascritta all'oggi cessato nobile consiglio di Asolo. Ottenne la conferma di questa nobiltà con le Sovrane Risoluzioni del dì 14 e 24 luglio 1820. Altro ramo. Nobile famiglia di Rutigliano, diramatasi in Noicattaro ed in Foggia. I cognomi di cotal risonanza storica, senza dubbio alcuno, rendono decoro non solo alle famiglie ma anche alle città che li hanno accolti; pare siano, infatti, molto riguardevoli i soggetti viventi di questa famiglia che, con tanto decoro, sostentano questo nobile cognome, che ha avuto vari soggetti illustri.


Compre um documento heráldico sobre família Antobenedetti

Escudo da família: Antobenedetti

Brasão da família

Troncato; nel primo d'azzurro al semivolo d'argento, nel secondo d'azzurro ai 3 pali d'argento, alla fascia del medesimo attraversante sulla troncatura
Compre Escudo da família

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome