Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origem do sobrenome Antonibon, país de origem: Italia

Nobreza: Nobili
Heráldica da família: Antonibon
Coroa de nobreza Antonibon Famiglia bassanese nota per la sua nobiltà fino dal XV sec.; ebbe consiglieri di parte nobile dal 1451. Si presume derivata dalla famiglia patrizia Bon, decadde e si stabilì in Nove di Bassano, ove già sulla fine del 1500 possedeva beni. Nel secolo successivo piantò una fabbrica di terre cotte che nel 1700 ampliata ed estesa alla majolica ed alla porcellana divenne celebre, ottenendo dal Senato veneto importanti privilegi. La famiglia fu reintegrata fra le nobili di Bassano l'11 giugno 1749. La bibliografia di questa famiglia viene menzionata dal Marchese Vittorio Spreti, nella sua Enciclopedia Storico-Nobiliare Italiana stampato in Milano ... Continua
nel 1936. Raccogliendo manoscritti di contenuto araldico e nobiliare-genealogico, tra le biblioteche ed in moltissimi archivi pubblici e privati. Le testimonianze e i documenti raccolti per la formazione dell'opera in questione sono state trasmesse dalla famiglia stessa. Così come risulta dalla Rivista Araldica edita dal Collegio Araldico di Roma. ... Continua

Compre um documento heráldico sobre família Antonibon

Escudo da família: Antonibon

Escudo da família Antonibon

1 Brasão da família Antonibon

D'argento, alla fascia d'oro cucita, accompagnata in capo da tre stelle (6) di rosso, male ordinate, ed in punta da un albero nodrito nel terreno, al naturale.

Escudo da família

2 Brasão da família

Inquartato: nel primo e nel quarto di azzurro al leone d'oro; nel secondo e terzo di rosso alla conchiglia d'argento convessa in palo.

Compre Escudo da família

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook