Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Arbona, provenienza: Italia

Titolo: Marchesi
Araldica della famiglia: Arbona
Corona nobiliare Arbona
Nel 1692 un Giovan Paolo ottenne il feudo di Agrate, e nel 1708 furono dichiarati Marchesi. Al dir dei ricercatori e biografi dell'epoca, tra cui: Bagatti-Valsecchi F. - Calvi F. - Casati L.N. - Muoni D. - Pullè L., che nella loro opera "Famiglie Notabili Milanesi. Cenni storico-genealogici, stampato in Milano da A. Vallardi nel 1875. al volume 4", la quale fiorì in quella repubblica. Se lo speculare valesse nell'Istoria, si ridurrebbe questa in opinioni, che possano essere false, e conseguentemente si verrebbe a si distruggere il principal oggetto dell'istessa che è la mera, e pura verità. Non è dubbio... Continua
alcuno, che qualunque deve riconoscere il suo primo principio, ma essendo questo tanto remoto originaria di Lombardia, e che abitante in quelle terre, ha dato occasione a molti Scrittori di asserirla originaria dal sangue Lombardo. I cognomi antichi in qualunque modo conservati rendono decoro non solo alle famiglie ma anche alle Città, che però credo, che questa fosse una di quelle cause, per le quali i romani vollero, che i suo cittadini avessero per figliuoli, se non veri, adottivi. Pare molto riguardevoli i soggeti viventi di questa famiglia che con tanto decoro sostentano questo così antico e nobile cognome che ha avuto uomini di Consiglio, e altri soggetti illustri.

Compra un documento araldico su Arbona

Stemma della famiglia: Arbona

Stemma  della famiglia Arbona

1 Blasone della famiglia Arbona

Interzato in fascia: nel 1° d'oro, all'aquila di nero coronata del campo: nel 2° d'argento, al castello di rosso murato di nero, aperto del campo e torricellato di due pezzi, ciascuna torricella finestrata del campo e merlata di tre pezzi alla ghibellina, sormontato da AR di nero: nel 3° d'argento, al destrocherio di carnagione, vestito di rosso, tenente una rosa dello stesso gambuta e fogliata di verde.

Citato in "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol. primo, pag. 55, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1890.

Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome