Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Baldes, provenienza: Italia

Titolo: Nobili - Baroni
Variazioni cognome: Baldo - Baldi
Araldica della famiglia: Baldes
Variazioni cognome: Baldo - Baldi
Corona nobiliare Baldes Antico ed assai nobile casato siciliano, di chiara ed avita virtù, propagatosi, nel corso dei secoli, in diverse regioni d'Italia. L'origine di tal cognominizzazione, la quale, talvolta, si presenta anche nella forma "Baldi", al dir di illustri genealogisti, andrebbe ricercata nell'aferesi di nomi medioevali, di matrice germanica, composti con il vocabolo medioevale germanico "bald" (= baldo, coraggioso), appartenuti, probabilmente, ad un, oggi ignoto, capostipite. In ogni modo, le prime attestazioni relative ad alcuni membri della famiglia Baldes, le rinveniamo già all'epoca di re Martino, dal momento che incontriamo, tra i feudatari, un Balduccio ed un Guido, il primo possessore del... Continua

feudo di Belludia, il secondo di Maegi. In Siracusa, invece, nel 1447, fiorì, con la carica di Giurato nobile, un Everardo Baldes, del fu "Giovanne", il quale fu anch'egli Giurato di Siracusa. Ricordiamo, inoltre, un Giovanni ed un Ferdinando, tutti e due giurati, il primo negli anni 1463-64, 1468-69 ed il secondo nel biennio 1479-80. Nella città di Sciacca un Gualterio Baldes occupò la carica di acatapano, nell'anno 1400. Ma, d'altronde, tal casato, nel corso dei secoli, sempre riuscì a distinguersi, grazie agli elevati personaggi, a cui diede i natali. Tra questi, senza nulla levar al valore degli omessi, ricordiamo: un Francesco, il quale ebbe in dono, da Ercole Branciforte principe di Leonforte, il titolo di barone di S. Giovanni, del quale venne investito il 14 febbraio 1739; un barone Antonino, dottore in leggi, il quale ebbe concesso ad enfiteusi alcune terre di pertinenza del feudo dello Scavo, delle quali, il 17 settembre 1779, ottenne investitura e che donò alla figlia Marianna; un Giovan Battista, che fu giudice pretoriano di Palermo, nell'anno 1797, e del tribunale dal Concistoro, nell'anno 1811. La famiglia levò per arme. D'argento, a quattro fasce d'azzurro, accompagnate da dieci rosette di rosso, situate tre, due, due, tre. Non molte famiglie, anche fra le più antiche, possono vantare una nobiltà di origine così pregevole, della quale i discendenti, a buon diritto, potranno vantarsi. Che i membri della famiglia Baldes siano noncuranti delle cose volgari, ripromettendosi dalle sole loro energie la dovuta ricompensa, lo provano i documenti fino ad oggi conosciuti, come il "Dizionario Storico-Blasonico", del commendatore G.B. di Crollalanza, che ne ha raccolte le tracce lasciate dalla famiglia in quelle città ove ebbe dimora ricoprendo cariche legislative, militari o altro, contribuendo non poco alla riuscita di quei documenti utili alla scoperta di questa famiglia.


Compra un documento araldico su Baldes

Stemma della famiglia: Baldes
Variazioni cognome: Baldo - Baldi

Stemma  della famiglia Baldes

1 Blasone della famiglia Baldes

D'argento, a quattro fasce d'azzurro accompagnate da dieci rosette rosse ordinate tre, due, due, tre.

Baldes, Baldi o Baldo di SIcilia. Citato in "Nobiliario di Sicilia" di Antonio Mango di Casalgerardo (Palermo, A. Reber, 1912).

Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome