Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Bettoni, provenienza: Italia

Titolo: Nobili - Conti
Araldica della famiglia: Bettoni
Corona nobiliare Bettoni Antica ed assai nobile famiglia veneta, originaria di Bergamo ma stabilitasi poi in Venezia, di chiara ed avita virtù, propagatasi, nel corso dei secoli, in diverse regioni d'Italia. Un Lorenzo venne a Venezia ancor fanciullo e fece il povero garzoncello di bottega presso Cristoforo Orsetti, negoziante di malvasia in Salizzada S. Lio. Divenne poi agente e, avvenuta la morte del padrone, rimase tutore dei piccoli figliuoli in compagnia di un negoziante di droghe, suo cognato, che pure morendo, gli lasciò la condotta del negozio e l'azienda della casa. Con questi mezzi, aiutato dalla sua industriosità ed attività, e facendo fruttare... Continua
gli altrui capitali, ne costituì uno di sua ragione in modo, che poté offrire 100 mille ducati al suo Principe per la guerra di Candia, per cui nel 18 febbraio 1684, la famiglia venne ascritta alla veneta nobiltà, avendo riportato in Senato, il 15 febbraio del detto anno, voti favorevoli 141, contrari 20, non sinceri 7, ed essendo stata approvata la parte nel Maggior Consiglio con voti favorevoli 687, contrari 231, non sinceri 22. Altra famiglia. Nobilissimo casato bresciano, fregiato del titolo di Conti di Cazzago, al quale sono appartenuti: sen. Federico Bettoni, Conte di Cazzago (Brescia, 10 febbraio 1865 – Firenze, 10 luglio 1923), Presidente dell'Ospedale civile di Brescia, Presidente della Croce rossa italiana, sezione di Brescia, Membro del Consiglio superiore per l'emigrazione, Socio corrispondente dell'Ateneo di Brescia (già Accademia del Dipartimento del Mella) (17 febbraio 1907), Membro del Consiglio d'amministrazione della Banca commerciale italiana (9 marzo 1920-10 luglio 1923), Cavaliere dell'Ordine di San Maurizio e Lazzaro, Ufficiale dell'Ordine di San Maurizio e Lazzaro, Commendatore dell'Ordine di San Maurizio e Lazzaro, Grande Ufficiale dell'Ordine di San Maurizio e Lazzaro, Cavaliere d'Onore e Devozione del Sovrano Militare Ordine di Malta; Alessandro Bettoni Cazzago (Brescia, 7 novembre 1892 – Roma, 28 aprile 1951), figlio del precedente, cavaliere italiano, militare di carriera, il quale partecipò ai Giochi olimpici di Londra 1948 ed il quale è l'atleta italiano che vanta il maggior numero di partecipazioni a concorsi ippici internazionali e nazionali. I cognomi così antichi, senza dubbio alcuno, rendono decoro non solo alle famiglie ma anche alle città che li hanno accolti; pare siano, infatti, molto riguardevoli i soggetti viventi di questa famiglia che, con tanto decoro, sostentano questo nobile cognome, che ha avuto vari soggetti illustri.

Compra un documento araldico su Bettoni

Stemma della famiglia: Bettoni

Stemma  della famiglia Bettoni

1 Blasone della famiglia Bettoni

Inquartato d'argento e di rosso alle rose dell'uno nell'altro.

Bettoni, Bettone o Bottoni di Messina, Bettoni di Venezia. Citato in "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol. primo, pag. 128, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1890.

Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome