Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origen del apellido Campagnaro, país de origen: Italia

Nobleza: Nobili
Heráldica de la familia: Campagnaro
Corona de la nobleza Campagnaro Antica ed assai nobile famiglia originaria di Verona, passata però a risiedere in Messina, nella quale città molti suoi membri vestirono la toga senatoria e furono ascritti alla nobile arci-confraternita della Pace e Bianchi, della quale tennero anche il governo, conosciuta come Campagna o Campagnaro, propagatasi, nel corso dei secoli, in diverse regioni d'Italia. Un Niccolò, messinese, ottenne nel 1362 la concessione di due onze annuali sui proventi delle gabelle e dei diritti della secrezia di Messina; un Antonio fu giudice della corte straticoziale di detta città nel 1421-22; un Melchiorre fu giudice del tribunale del Concistoro nel 1673, giudice... Continuará
della Gran Corte Criminale 1683 e 1689; un Francesco, dottore in leggi, fu assessore del consolato della seta di Messina 1714; un Tommaso, come figlio di Beatrice Umano, fu barone di Migliardo 1735, titolo che la figlia di detto Tommaso a nome Beatrice portò in casa Donato; Bernardo, alfiere del “2° Reggimento Granatieri della Guardia Reale”, partecipò alla difesa del Regno delle Due Sicilie dall'invasione piemontese, meritando la decorazione della Croce al Merito per essersi distinto nei combattimenti sul Volturno del 1 ottobre 1860. La casata possedette anche il feudo chiamato Fondaco del Re, in Messina. La nobiltà della famiglia venne anche riconosciuta con la deliberazione della Real Commissione dei titoli di nobiltà del Regno delle Due Sicilie del 2 ottobre 1848. La famiglia è iscritta genericamente nell'Elenco Ufficiale Nobiliare Italiano del 1922 col titolo di Nobile (mf.). Altra famiglia. Casato milanese, conosciuto come Campagnani, Campagnari o Campagnaro. Mercanti di seta, con tale commercio divennero molto ricchi ed ottennero la nobiltà. Avevano il sepolcro gentilizio nella chiesa, ora distrutta, di S. Maria de' Servi. I cognomi così antichi, senza dubbio alcuno, rendono decoro non solo alle famiglie ma anche alle città che li hanno accolti; pare siano, infatti, molto riguardevoli i soggetti viventi di questa famiglia che, con tanto decoro, sostentano questo nobile cognome, che ha avuto vari soggetti illustri.

Comprar un documento heráldico de Campagnaro

Escudo de la familia: Campagnaro

Escudo de la familia Campagna

1 Blasòn de la familia Campagna

Troncato d’azzurro e di nero, con la fascia in divisa d’argento attraversante, caricata dal motto Libertas del secondo: nel 1° un braccio sinistro armato al naturale, la mano di carnagione, impugnante la bandiera di rosso, astata di nero; nel 2° cinque spighe di frumento d’oro, poste in palo e ordinate in fascia.

Campagna di Sicilia. Citato in "Nobiliario di Sicilia" di Antonio Mango di Casalgerardo (Palermo, A. Reber, 1912). Si trova anche nella forma Campagnaro o Campagnari.

Comprar Escudo de la familia

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2015 - 2016 Heraldrys Institute of Rome