Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Cellin, provenienza: Italia

Titolo: Nobili
Araldica della famiglia: Cellin
Corona nobiliare Cellin
Vuolsi originaria di Bergamo, questa illustre famiglia, da dove un Giovanni-Antonio venne a Venezia, come giovine di banco di Domenico Biava. In breve tempo divenne ricco mercante, fu in Olanda Console Veneto, offrì alla Repubblica per la guerra di Morea 100 mila ducati, e ne ebbe in compenso la nobiltà nel 1685. Un Alessandro, fratello di Giovanni-Antonio, che teneva con altri soci il Banco pubblico del Sale, fu scoperto reo di fellonia e pubblicamente convinto e condannato alla restituzione di 60 mille ducati truffati al Governo. Allora il figlio Gio. Batt. per timore di una confisca generale dei propri... Continua
beni, si emancipò dal padre, coprendo il capitale colla dote della moglie, e trasportò in Olanda gli effetti migliori della casa, continuando felicemente i propri affari. Intanto, morto il padre, e non essendo egli compreso nel bando, nè avendo subito condanna alcuna, mise in ordine ogni cosa, e non solo non fu molestato, ma col mezzo di amici, e mediante favorevoli 433, contrari 357, non sinceri 28, restituendo, a titolo di donazione, quanto il padre e lo zio avevano carpito al pubblico Tesoro e ai privati. Altro ramo. Originaria di Ravenna, ha dato all'arte il celebre orafo Benvenuto che, il 22 Dic. 1554, fu ammesso alla nobiltà fiorentina. Il di lui padre, Giovanni, era esimio architetto e dilettante appassionato della musica.
Compra un documento araldico su Cellin

Stemma della famiglia: Cellin

Blasone della famiglia

Di verde, a tre gemelli male ordinati d'argento, il primo fermo e posto di fronte, li due altri giacenti e affrontati; col capo d'azzurro, caricato di tre stelle d'oro.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome