Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Colloredo Mels, provenienza: Italia

Titolo: Conti - Nobili
Variazioni cognome: Colloredo Gonzaga
Araldica della famiglia: Colloredo Mels
Variazioni cognome: Colloredo Gonzaga
Corona nobiliare Colloredo Mels
Il 13 settembre 1303 il nob. Guglielmo di Mels dettava il suo testamento ingiungendo ai figli Asquino, Mattiusso e Vicardo di edificare presso il castello di Colloredo una cappella per perpetuare la memoria dei tempi in cui l'imper. Corrado II si era condotto a Roma (1026) accompagnato dai frtelli Enrico e Labrodo di Waldsee, oriundi della Svevia, e progenitori di esso testatore. I cronisti e parecchi antichi storici dell Friuli, nel riportare questa tradizione, messa per la prima volta per iscritto dal citato Guglielmo, l'accettarono gli stessi imperatori tedeschi, rilasciando diplomi nobiliari ai membri della famiglia, e chiamandoli... Continua
legittimi successori della estinta stirpe dei Waldsee, non fecero che avvalorarne la credibilità. Ora la moderna critica storica ritiene non accettabile tale tradizione, che fu con troppa facilità accolta da genealogisti dei notri tempi (Crollalanza ed altri), ciò per le seguenti ragioni: I) perchè il testamento originale di Guglielmo di Mels non fa menzione nella parte che si conserva, del su indicato legato, e vi accennano soltanto copie assai posteriori; II) perchè in ogni modo il testatore si riferiva a persone e fatti preesistiti quasi tre secoli prima di lui, e a lui pervenuti attraverso una tradizione puramente orale; III) perchè della famiglia Waldsee, all'epoca in cui la si pretende passata in Italia, nessun documento coevo parla. Per cui si ritiene che le due stirpi siano del tutto estranee l'una all'altra. Non resta quindi che di ritenere le due stirpi del tutto estranee l'una all'altra. Il primo documento che parli dei Mels è un atto del 15 giugno 1126, col quale Romano qu. Pellegrino, di legge longobarda, dona alcune terre in Friuli ad Ema figlia di Durin (Duringo) visconte di Mels (pergamena originale Archiv. prov. Gorizia). Da questo Duringo, che appare nella storia in veste di importante ministeriale del patriarcato di Aquileia, le vecchie genealogie fanno discendere un Liabordo (dec. 1192), da questo un Ettore (dec. 1215), e da questo ancora un Duringo, che nei primi del secolo XVIII fu investito dal patrirca Volchero di Aquileia della grossa terra di Venzone coi castelli annessi. Dei tre figli di Duringo, Enrico continuò la linea dei signori di Mels Albana, ancora fiorente in Austria e in Italia, Anzuto, qurca Ottobono di Aquileja di costruire un castello nella villa di Colloredo e da questo assunsero il nome tutti i suoi discendenti, divisi in tre linee, dette dai loro capostipiti, figli di Guglielmo, linea di Asquisino, linea di Vicardo e linea di Bernardo.

Compra un documento araldico su Colloredo Mels

Stemma della famiglia: Colloredo Mels
Variazioni cognome: Colloredo Gonzaga

Stemma  della famiglia Colloredo Mels

1 Blasone della famiglia Colloredo Mels

Inquartato: al primo e quarto di nero alla fascia di argento; al secondo e terzo di argento alla banda di nero scalinata; sul tutto di nero alla fascia d'argento carica di un'aquila bicipite del campo coronata d'oro.

Stemma  della famiglia Colloredo

2 Blasone della famiglia Colloredo

Di nero, alla fascia d'argento, carica di un'aquila bicipite del campo, coronata d'oro. Motto: Haec peperit virtus

Stemma  della famiglia Colloredo Mels

3 Blasone della famiglia Colloredo Mels

Inquartato, al 1° e 4° controinquartato, al I e IV fasciato d'argento e di rosso (Querfurt), al II e III d'argento, a sei losanghe di rosso, accollate, 3, 3, toccanti i bordi della partizione (Mansfeld), al 2° di nero, all'aquila d'argento, membrata e rostrata d'oro (Arnstein), al 3° d'azzurro, al leone d'oro, con la banda scaccata di rosso e d'argento, attraversante (Heldrungen), sul tutto di Colloredo.

Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome