Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Di Bartolomeis, provenienza: Italia

Titolo: Baroni - Nobili - Signori
Araldica della famiglia: Di Bartolomeis
Corona nobiliare Di Bartolomeis
La famiglia Di Bartolomeis è assai antica e nobile, di origine anconetana. Un Bartolomeo, di Giambattista, si stabilì in Firenze nel 1376, e fu ascritto a quella cittadinanza. Un Battista e un Antonio furono attuari della Signoria e consoli dell'arte dei Giudici e Notari. Un Giovanni ebbe per due volte il priorato. Un Girolamo nel 1667 fu investito del marchesato di Monte Giovi. Altra famiglia omonima è iscritta alla nobiltà livornese con rescritto 24 settembre 1818 su proposta della Magistratura civica di quella città. Motto della famiglia: Spera in deo pugna pro patria Altro ramo. Famiglia di antica e nobile... Continua
tradizione, originaria del Piemonte. Altra famiglia di antica e nobile tradizione, originaria di Vicenza. Il commendator G.B. di Crollalanza riporta la blasonatura di questa famiglia nei volumi del suo Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane. Altro ramo. Trapiantato in Susa nel XII secolo. Enrico, celebre canonista e giureconsulto, autore della Somma dorata, creato Cardinale e Vescovo Ostiense da Urbano IV il 31 Mag. 1262. Altro ramo. Originaria di Pisa, e della stessa famiglia degli Alibrandi. Nicolosio fu amico del Petrarca. Nei ricordi dei tempi andati si leggono alcune varianti di questo cognome, dovute alle solite cause della pronunzia dialettale e dal modo di interpretare nella scritturazione i cognomi.
Compra un documento araldico su Di Bartolomeis

Stemma della famiglia: Di Bartolomeis

Blasone della famiglia

Scaccato d'oro e di rosso
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome