Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origin of last name Di Manno, country of origin: Italia

Nobility: Baroni
Heraldrys of family: Di Manno
Nobility crown Di Manno
Antica famiglia, detta Manno, di Manno o de'Manno, che, per tradizione non infondata, provenne dalla Sicilia e che, passata poi in Sardegna, nella prima metà del secolo XV già teneva nobile stato in Sassari, dove il 31 agosto 1439, erano stati armati cavalieri Cristoforo e Leonardo ed il 1° ott. 1443, Bartolomeo. Nei primi anni del secolo XVI si trasferì in Alghero, ove alcuni membri della famiglia ebbero pubblici uffici. Antonio Di Manno, di Alghero, maggiore di fanteria nelle RR. Armate e capitano del porto di Alghero, ottenne dichiarazione di cavalierato e di nobiltà, con due distinti diplomi di cavalierato... To be continued
e di nobiltà, del 4 gennaio 1815, per sè e per i suoi figliuoli e discendenti maschi. Da lui e dalla nobile Maria Diaz, nacque Giuseppe che, con diploma del Re Carlo Alberto, in data 29 gennaio 1833, ottenne il titolo e la dignità di barone, trasmissibile ai discendenti maschi per ordine di primogenitura in linea mascolina, e, in difetto di questi, alle linee dei due fratelli. Egli ebbe altissima e ben meritata fama di storico, letterato e giureconsulto. Fu autore di "erudite opere, tra cui merita speciale menzione la tanto applaudita storia di Sardegna, sua patria, siccome sufficiente per sè sola ad illustrarlo ed a tramandare di lui ai posteri la più onorata ricordanza". Coprì le più eminenti cariche dello Stato, essendo Reggente di toga effettivo del supremo consiglio di Sardegna, primo presidente del Senato di Nizza, senatore del Regno, presidente del Senato, Primo presidente della Corte suprema di Cassazione, Ministro di Stato, uno dei primi 12 cavalieri dell'ordine Civile di Savoia, socio della R. Accademia delle Scienze di Torino, e della R. Deputazione di Storia Patria per le antiche provincie, del R. Istituto Lombardo di Scienze e Lettere, ecc. Morì in Torino il 25 gennaio 1868. Nacque da lui e da S.E. la Baron. Tarsilla, il cavaliere, nobile, barone Don Antonio, illustre erede delle insigni tradizioni di famiglia e ben noto cultore i studi storici, araldici, genealogici e bibliografici. Fu autore di molte ed importanti pubblicazioni e tenne per moti anni l'alta carica di commissario del Re presso la Consulta Araldica e di Bibliotecario della Biblioteca di S.M. in Torino. Fu socio della R.Accademia delle Scienze di Torino, socio e segretario della R. Deputazione sopra gli ta Enciclopedia Storico Nobiliare Italiana, il ricordo dell'Uomo erudito, che, con tenace pazienza, con mente illuminata e con eccezionale competenza, ha tanto contribuito per dare all'Italia il suo ordinamento nobiliare, nè potrà mai dimenticarsi l'importante e sapiente contributo da lui dato al Bollettino Ufficiale della Consulta Araldica ed agli Elenchi Ufficiali delle singole regioni italiane.

Buy a heraldic document on family Di Manno

Coat of Arms of family: Di Manno

Blazon of family

D'azzurro alla banda accompagnata in capo da un braccio destro armato, movente dall'angolo sinistro del capo, impugnante un trafiere abbassato, in punta da una stella, il tutto d'argento. Cimiero: Un ramo di corallo di rosso, posto entro un volo inquartato d'argento e d'azzurro. Sostegni: Due mufloni, ritti ed affrontati.
Buy Coat of Arms of family

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome