Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Di Sabatino, provenienza: Italia

Titolo: Nobili - Baroni - Principi
Araldica della famiglia: Di Sabatino
Corona nobiliare Di Sabatino
Antico casato siciliano, detto Sabatini, Sabatino o Di Sabatino, il quale godette nobiltà in Palermo, Messina e Randazzo, propagatosi, nel corso dei secoli, in diverse regioni d'Italia. L'origine di tal cognominizzazione, al dir di illustri genealogisti, andrebbe ricercata in un patronimico del nome medioevale "Sabbatinus". In ogni modo, tal casato risulta fregiato dei titoli di principe di Santa Margherita e di barone di Martini. Il primo pervenne alla famiglia, per successione di don Aloisio Giacomo Palermo, nel 1397; titolo che fu riconosciuto, da Re Ferdinando II del Regno delle Due Sicilie, con decreto del 29 novembre 1852, Francesca Paola Palermo,... Continua
la quale aveva sposato, nel 1842, Domenico Di Sabatino, maggiore delle "Reali Guide a Cavallo", addetto alla persona della Regina Maria Cristina e maggiore della Guardia Nazionale. Un Giovan Francesco e un Simone, fratelli, con privilegio dato a 9 marzo 1638, invece ottennero la concessione di un titolo di barone per ciascuno. Il subentrante Regno d'Italia, con RR. LL. PP. e Regio Assenso del 22 novembre 1908, autorizzò ad assumere e trasmettere i titoli di principe di Santa Margherita e di barone di Martini a Francesco Paolo, figlio dei predetti Domenico e Francesca Paola Palermo. Appartennero a tal famiglia, inoltre: Andrea, che fu senatore in Palermo nel 1325-26; fra Pietro, il quale risulta iscritto nella mastra nobile del Mollica (lista XIII, anno 1599); Simone, che fu senatore popolare in Palermo nel 1647-48. Iscritta nel Libro d'Oro della Nobiltà Italiana ed iscritta nell'Elenco Ufficiale Nobiliare Italiano anno 1922, la famiglia levò per arme. D'oro, al leone di rosso. Alias. D'azzurro al castello d'oro di tre torri, quella di mezzo più alta, aperto e finestrato di nero, fondato sulla punta dello scudo, col capo d'oro caricato di un leone di rosso (riconoscimento del 1908). I cognomi così antichi, senza dubbio alcuno, rendono decoro non solo alle famiglie ma anche alle città che li hanno accolti; pare siano, infatti, molto riguardevoli i soggetti viventi di questa famiglia che, con tanto decoro, sostentano questo nobile cognome, che ha avuto vari soggetti illustri.

Compra un documento araldico su Di Sabatino

Stemma della famiglia: Di Sabatino

Blasone della famiglia

D'oro, al leone di rosso.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome