Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Herkunft des Familiennamens Forti, Herkunftsland: Italia

Adelsstand: Nobili - Patrizi
Heraldik die Familie: Forti
Krone des Adels Forti
Nobile famiglia di Pescia, tra le più antiche ed illustri per le cariche civili, militari ed ecclesiastiche sostenute e per i nobili parentadi contratti, propagatasi, nel corso dei secoli, in diverse regioni d'Italia. I Forti godettero il priorato ed il gonfalonierato e vestirono l'abito di cavaliere nell'Ordine di S. Stefano. Francesco, di Antonio, nonostante morì a soli 32 anni, lasciò scritti di filosofia e di giurisprudenza, conosciuti e apprezzati anche all'estero; Pietro, fratello di Francesco, fu a capo della diocesi di Pescia dal 1847 al 1854. I diversi rami della famiglia furono ascritti alla nobiltà di Pescia con i decreti... Fortsetzung folgt
9 settembre 1771 e 28 luglio 1794. La famiglia è iscritta nell'Elenco Nobiliare Ufficiale Italiano in persona dei: a) discendenti da Pietro, Luigi, Francesco e Giulio, di Antonio di Pietro; b) discendenti da Ernesto, di Andrea, di Tiberio, di Francesco. c) Discendenti da Emilio, Michelangelo; d) discendenti da Marcello, di Jacopo, di Carlo. La chiara nobiltà della casata risulta ulteriormente confermata dalla sua presenza nella pregevole opera "Il Dizionario storico-blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti", del genealogista Giovan Battista di Crollalanza, pubblicata a Pisa nel 1886 in tre volumi, di oltre 1400 pagine. Altra famiglia. Famiglia senese, del Monte del Popolo, la quale fu ascritta alla nobiltà di Siena sin dal novembre 1588. Carlo, del fu Bartolomeo, nel bimestre Novembre-Dicembre del detto anno, risiedette tra i Governatori. Altra famiglia. Famiglia originaria di Volterra. Agostino, di Guccio, risulta cittadino fiorentino nel 1361. Pietro Gaetano e Forte Maria, di Domenico Forti, furono ammessi al patriziato di Volterra nel 1757 e a quello fiorentino nel 1759. Altra famiglia. Casato di Arezzo che fu assunto al Priorato nel 1537, con Pietro di Francesco, e al Gonfalonierato nel 1655, con Girolamo di Onofrio. La chiara nobiltà delle famiglie toscane è testimoniata dalla sua loro presenza nella pregevole opera "Raccolta Ceramelli Papiani", costituita nel corso di molti anni da Enrico Ceramelli Papiani (1896-1976), la quale è un fondo conservato nell'Archivio di Stato di Firenze e composto da quasi 8000 fascicoli, intestati a famiglie toscane di antica origine, che forniscono notizie genealogiche e araldiche tratte da fonti archivistiche conservate nell'Archivio fiorentino o in altri istituti archivistici o in biblioteche della regione. Altra famiglia. Nobile famiglia fermana ma originaria di Mogliano, che ottenne nel 1846 la Nobiltà di Fermo. Altra famiglia. Risultano in alto stato a Lodi, sin dal secolo XIII. Le prime carte riguardanti questa Casata ricordano infatti un Uberto, vivente nel 1238, che fu Preposto alla insigne Chiesa Collegiata di San Lorenzo di Lodi. In questa città si resero illustri per aver dato molti uomini insigni, quali Notai Collegiati, Dottori in Legge, Prelati, Canonici della Cattedrale, ecc. Si distinsero inoltre per aver fondato in Lodi una Cappellania con jus patronato. I cognomi così antichi, senza dubbio alcuno, rendono decoro non solo alle famiglie ma anche alle città che li hanno accolti; pare siano, infatti, molto riguardevoli i soggetti viventi di questa famiglia che, con tanto decoro, sostentano questo nobile cognome, che ha avuto vari soggetti illustri.

Kaufen Sie eine heraldische Dokument auf Familie Forti

Familien-Wappen: Forti

Familien-Wappen Forti

1 Blasonierung die Familie Forti

D'azzurro, all'albero di quercia nodrito sul terreno, il tutto al naturale, sostenuto da due leoni d'oro.

Forti originari di Arezzo. Citato in "Raccolta Ceramelli Papiani" custodita presso l'archivio di stato di Firenze, fasc. 5269.

Familien-Wappen Forti

2 Blasonierung die Familie Forti

D'oro, alla fascia di rosso, accompagnata da un lupo rapace di nero, nascente dalla fascia stessa.

Forti originari di Pescia; la difficile identificazione dell'animale, rappresentato senza coda perché nascente, ha portato alcuni araldisti e alcuni disegnatori a dare interpretazioni varie, quali cane o cavallo (cfr. Crollalanza 1886): tuttavia le descrizioni dell'arma annesse al processo per l'ammissione del cavaliere Francesco Forti alla nobiltà di Pescia nel 1771, parlano chiaramente di «lupa». Citato in "Raccolta Ceramelli Papiani" custodita presso l'archivio di stato di Firenze, fasc. 5630.

Familien-Wappen Forti

3 Blasonierung die Familie Forti

D'azzurro, al leone d'oro tenente alla bocca con le due branche anteriori un corno da caccia dello stesso.

Forti di Toscana. Famiglia originaria di Volterra; Agostino di Guccio risulta cittadino fiorentino nel 1361. Pietro Gaetano e Forte Maria di Domenico Forti furono ammessi al patriziato volterrano nel 1757 e a quello fiorentino nel 1759. Citato in "Raccolta Ceramelli Papiani" custodita presso l'archivio di stato di Firenze, fasc. 2094.

Familien-Wappen Forti

4 Blasonierung die Familie Forti

Troncato: nel 1° d'azzurro, al crescente montante d'oro; nel 2° d'oro, alla testa d'aquila di nero.

Forti originari di siena. 6922.

Familien-Wappen Forti

5 Blasonierung die Familie Forti

Troncato: nel 1° d'azzurro, al crescente montante d'oro; nel 2° d'oro, alla testa d'aquila di nero, alla fascia di ... passante sulla troncatura.

Forti originari di siena. 6922.

Kaufen Familien-Wappen

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2015 - 2016 Heraldrys Institute of Rome