Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origen del apellido Galluzzimario, país de origen: Italia

Nobleza: Nobili
Heráldica de la familia: Galluzzimario
Corona de la nobleza Galluzzimario
Antichissimo e celebre casato bolognese, di chiara ed avita virtù, propagatosi, nel corso dei secoli, in diverse regioni d'Italia, celebre per i suoi molti membri illustri, per santità e dottrina. La tradizione rinviene il capostipite in un Pier, di Enrico, il cui figlio Rolandino fu console nel 1174, 1179 e 1181. Nobili e fieri, i Galluzzimario appartennero alla consorteria dei Geremei, antagonisti dei Carbonesi, misero a scompiglio la propri patria per ben ventiquattro volte impadronendosi con la forza delle armi dei pubblici uffici. Picciola, di Alberto Galluzzimario, edificò nel 1116 sui colli suburbani di Bologna la celebre chiesa... Continuará
di S. Maria del Monte. P. Egidio Galluzzi, che fu poi Arcivescovo di Creta, probabilmente era zio della Beata Imelda Lambertini. Nei secoli XIV e XV Bonifacio e Cristoforo furono insigni legisti; Antonio medico e filosofo chiarissimo. La famiglia Galluzzi, inoltre, è ricordata per aver dato a Bologna una storia di amori contrastati. Virginia Galluzzi e Alberto Carbonesi, infatti, si innamorarono e si sposarono segretamente. I due sposi furono scoperti nottetempo dal padre della sposa che, assieme ai suoi accoliti, trucidò Alberto e vari sui famigliari. Virginia disperata si impiccò al balcone della casa dei Carbonesi. Alla famiglia apparteneva anche il Giuspatronato di Trassasso, allorché trovavasi unito a Montefrascone. Come non ricordare, poi, la particolare Torre Galluzzi. Alta solo 30 metri, ha dei muri di oltre tre metri di spessore, e l'unico modo per acceddervi è una finestra a circa metà altezza. I nobili della famiglia Galluzzi utilizzavano, infatti, dei ponti mobili in legno, che la collegavano con le loro case. Altro ramo. Antica famiglia di Volterra, la quale, in persona di Francesco, di Andrea, ottenne la cittadinanza fiorentina, nel 1661. Antonio, di Francesco, fu ammesso alla nobiltà volterrana, nel 1757. Galluzzi Francesco, di Volterra. Nella "Narrazione Storico Genealogica della Famiglia Galluzzi", compilata sull'Autorità di Classici Storiografi, dal Capitano Francesco Galluzzi, Nobile Volterrano, Bolognese, e Fiorentino, discendente dai Signori di Galluriopoli, si pretende che Gallo Gomero sia stato il primo Stipite della Famiglia Galluzzi, e discendente da Ercole, la di cui Clava domò tanti mostri. Arme. D'azzurro, al gallo al naturale, fermo sul terreno dello stesso, e addestrato da un giglio di rosso; il tutto abbassato sotto il capo cucito seminato d'Angiò. Altro ramo. Nobile famiglia fiorentina, dei Gonfaloni Santa Croce e Ruote, la quale levò per arme. D'azzurro, al gallo d'oro, accompagnato nel cantone destro del capo da uno scudetto del campo, talvolta bordato e coronato d'oro, caricato di un giglio pure d'oro.
Comprar un documento heráldico de Galluzzimario

Escudo de la familia: Galluzzimario

Blasòn de la familia

D'azzurro, al gallo al naturale, fermo sul terreno dello stesso, e addestrato da un giglio di rosso; il tutto abbassato sotto il capo cucito seminato d'Angi
Comprar Escudo de la familia

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome