Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Iommi, provenienza: Italia

Titolo: Cavalieri - Baroni dell'impero
Araldica della famiglia: Iommi
Corona nobiliare Iommi
Antica famiglia di origini russe, la quale ha goduto del titolo di Baroni dell'Impero, conosciuta come Iommi, Jommi o Jomini, giunta in tempi assai remoti in Italia, stabilendosi, primieramente, in territorio marchigiano e, nel corso dei secoli, in diverse regioni d'Italia. L'origine di tal cognominizzazione, al dir di illustri genealogisti, andrebbe ricercata in un diminutivo del personale, di matrice greca, "Iomene", appartenuto, probabilmente, ad un, oggi ignoto, capostipite. In ogni modo, tal casato, verosimilmente, godette anche del cavalierato sin dal XIV secolo, ovvero sin dall'epoca in cui vivevano i fratelli Ottavio e Francesco Iommi, cavalieri crociati, i quali, valorosamente, combatterono... Continua

sotto i vessilli del cardinale Albornoz, nelle campagne che sottomisero il Lazio, Spoleto, i Montefeltro di Urbino, i Malatesta di Rimini e gli Ordelaffi di Forlì. D'altronde, tal famiglia, nel dispiegarsi dei lustri, sempre è riuscita a produrre una serie di uomini che hanno reso illustre il suo nome, nei pubblici impieghi, nelle professioni liberali ed ecclesiastiche e nel servizio militare. Tra questi, ricordiamo: Luciano, protomedico alla corte di Urbino, vivente nel 1453; dott. Ernesto, chiaro giureconsulto, autore di numerosi saggi, vivente in Urbino, nel 1562; Matteo, dottore in "utroque jure", vivente in Pesaro, nel 1587; dott. Ermete, Regio Notaio, vivente in Napoli, nel 1598; Giacomo, notaio, vivente in Pesaro, nel 1610; D. Saverio, di Ancona, canonico, teologo e commissario apostolico, vivente nel 1621; P. Fausto, dell'Ordine dei Predicatori, uditore e preposito del proprio ordine, vivente in Roma, nel 1657; Severino, consigliere del Governatore di Collevecchio, vivente nel 1682; Alfredo, dottore in Sacra Teologia, vivente in Roma, sul calar del XVIII secolo; D. Antonio, teologo e lettor di filosofia, presso varie università, vivente in Bologna, nel 1702; Cav. Filippo Maria, dottore in "utroque jure", vivente in Ascoli, nel 1703; Giulio Maria, consigliere urbinate, vivente nel 1711; Matteo, giureconsulto ascolano, vivente nel 1723; Celeste ed Antonio, consiglieri della Repubblica Romana, nel 1849; Fulvio, importante attivista, nell'insurrezione di Urbino, dell'8 settembre 1860. I cognomi di cotal risonanza, senza dubbio alcuno, rendono decoro non solo alle famiglie ma anche alle città che li hanno accolti; pare siano, infatti, molto riguardevoli i soggetti viventi di questa famiglia che, con tanto decoro, sostentano questo nobile cognome, che ha avuto vari soggetti illustri.


Compra un documento araldico su Iommi

Stemma della famiglia: Iommi

Stemma  della famiglia Jomini, Jommin, Jommi o Iommi

1 Blasone della famiglia Jomini, Jommin, Jommi o Iommi

troncato; nel 1° d'oro ad un grifone di nero, al 2° d'azzurro, al capriolo d'oro con il bordo superiore dentato, accompagnato in capo da due stelle (5) d'argento, e in punta da una torrre di due palchi del medesimo.

Citato in "Armorial Général par J.B.Rietstap - Deuxième èdition refondue et augmentée - Tome I A-K" p. 1047

Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome