Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome LA CARA, provenienza: Italia

Titolo: Conti - Nobili
Araldica della famiglia: LA CARA
Corona nobiliare LA CARA Originaria del napoletano, donde emigrò al tempo delle fazioni degli Angioini e degli Aragonesi, si stabilì nel mantovano ove conseguì più volte l'onore della toga. Si stabilì poi nel Guastallese con un Cesare, che ottenne dai Gonzaga il privilegio di acquisto. Perseo, avvocato ed egregio poeta, ebbe nel 1630 il vescovato di Larino. Un altro Perseo, governatore di Guastalla, nel 1678 fu insignito del titolo comitale dal duca di Mantova; suo figlio Francesco coprì anch'esso la carica di governatore di Guastalla. Un Filippo fu maggiore delle milizie modenesi e comandante la fortezza di Sestola. Motto della famiglia: Opes fugit ospitem.... Continua

Altro ramo. Originaria di Pavia. Paolo fu protomedico dei Duchi Guglielmo e Vincenzo di Mantova. Il commendator G.B. di Crollalanza riporta la blasonatura di questa famiglia nei volumi del suo Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane. La presenza del motto nella bibliografia documentata della famiglia ci conferma l'avita nobiltà raggiunta della casata. Infatti l'origine del motto risale a circa il XIV secolo e deve essere ricercata in quei detti arguti che venivano scritti sui vessilli o bandiere dei cavalieri, esposti alle finestre delle locande in cui questi alloggiavano, in occasione dei tornei, e durante i tornei stessi. Motto della famiglia: Ospes fugit ospitem.


Compra un documento araldico su LA CARA

Stemma della famiglia: LA CARA

Blasone della famiglia

D'azzurro alla fascia di rosso accompagnata in capo da tre stelle di otto raggi d'oro e in punta da tre bombe infiammate, le une e le altre male ordinate.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome