Heraldrys Institite of Rome
Italiano english english Español Português Português Deutsche

Origem do sobrenome Lasi, país de origem: Italia

Nobreza: Nobili - Baroni - Marchesi

Escudo e Brasão de Armas da família Lasi: D'azzurro ad una fascia accompagnata in capo da una cometa ondeggiante in palo, ed in punta da due stelle, il tutto d'oro. Corona di Marchese. Motto. Ex bello pax.

Escudo e Brasão de Armas da família Lasi

Antica ed illustre famiglia beneventana, detta Blasi o di Blasi, di chiara ed avita nobiltà, passata a risiedere in Sicilia, al tempo di re Carlo d'Angiò, e diramatasi in Trapani, Salemi, Castelvetrano, Palermo e Messina. Tal casato, il quale risulta fregiato dei titoli di marchese di Camporeale e di barone di Salina, come rilevasi da documenti ed atti notarili, nel corso dei secoli, sempre riuscì a distinguersi, grazie agli elevati .... continua

personaggi, a cui diede i natali. Tra questi, senza nulla levar al valore degli omessi, ricordiamo: un Pietro, dottore in leggi, giudice della corte pretoriana di Palermo nel 1608, avvocato e consultore del tribunale della SS. Inquisizione, giudice dei tribunali del Concistoro e della Gran corte Civile e Criminale, barone dei feudi di Diesi e Sparacia 1634; un Giuseppe, che acquistò, nel 1687, la salina detta di Perollo, con il titolo di barone e con il mero e misto impero; uno Scipione, senatore di Palermo negli anni 1712-13, 1724-25; un Vincenzo, governatore del monte di Pietà di Palermo 1747, senatore e sindaco 1752; un Gabriele Maria, abate cassinese ed arcivescovo di Messina, nel 1764; un Giovanni Evangelista, nato nel 1721, abate cassinese, teologo e filosofo, regio storiografo del regno di Sicilia e autore della "Storia di Sicilia" e della "Storia dei Viceré"; un Francesco, giurato nobile di Salemi nel 1798-99 e tale carica tennero un Antonino nel 1799-1800 ed un Francesco nel 1812-13; un Francesco Paolo, dottore in leggi, giudice della corte pretoriana in Palermo, nel 1789-1790, il quale morì sul patibolo per le sue idee liberali; un Giovanni, giudice della corte pretoriana negli anni 1769-70, 1773-74, del tribunale del Concistoro negli anni 1779-80-81, della G. Corte Civile nel 1784 e nel 1788, avvocato fiscale e maestro razionale giurisperito del tribunale del R. Patrimonio 1797 e 1803 e a 31 luglio 1792 ottenne investitura del titolo di marchese di Camporeale; un Francesco, per la moglie Angela Fama e Marullo, possedette la baronia del Tono di Milazzo, della quale a 18 novembre 1810 fu investito un Giuseppe, cavaliere dell'ordine costantiniano. Con R. rescr. 27 settembre 1843 il titolo di marchese di Camporeale venne riconosciuto in persona del retro ammiraglio cav. Giuseppe Lasi. Con Decreto Ministeriale 10 ottobre 1899, inoltre, il titolo di barone della Salina di Perollo venne riconosciuto al signor Agostino Lasi, dottore in legge, di Giovanni, di Agostino. Motto della famiglia: Ex bello pax. La famiglia levò per arme. D'azzurro, con una fascia accompagnata in capo da una cometa ondeggiante in palo, ed in punta da due stelle, il tutto d'oro. Corona di marchese. Alias. D'azzurro all'albero d'oro, terrazzato di verde, sinistrato dal leone del secondo, rampante contro il tronco, e sormontato nel capo da una cometa d'argento, posta in banda. I cognomi di cotal risonanza storica, senza dubbio alcuno, rendono decoro non solo alle famiglie ma anche alle..

Aviso Prévio Importante: Informamos que todas as informações disponíveis são apenas uma pequena parte da base de dados é uma resposta Authomatic não faz parte de uma pesquisa. Se você realmente gostaria de ter mais informações e completado por favor, olhe para a nossa E-shop. Para qualquer informação adicional, não hesite em entrar em contato conosco.
© 2013 - 2014 Heraldrys Institute of Rome

Social Network