Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origem do sobrenome Manicotto, país de origem: Italia

Nobreza: Conti - Nobili
Heráldica da família: Manicotto
Coroa de nobreza Manicotto
La famiglia, udinese dei Manini e quella dei Manini patrizi veneti riconoscono a comune capostipite un Manino di Firenze passato nella prima metà del trecento a Cividale e poi a Udine, con quella grande emigrazione toscana, che nei secoli XIII e XIV innondò il Friuli di mercanti, banchieri, professionisti e artigiani. Da lui i discendenti si dissero Manini, nome che a Venezia si trasformò in Manin, allor che un ramo della fam. aggregato al patriziato veneto (1651) si trasferì nella Dominante. L'invidiabile posizione finanziaria e sociale raggiunta da entrambe le linee nella loro nuova patria non poteva non eccitare le... Continua

fantasie degli storici dell'epoca barocca, che, come è noto, non peccavano di eccessivi scrupoli in materia genealogica. Non deve quindi sorprendere che tal Francesco Tomasini in una sua Illustre serie dell'antichissima e nobilissima famiglia Manini abbia avuto la disinvoltura di affermare che i Manini di Firenze discendevano dalla romana Gens Manlia, la quale per isfuggire alle persecuzioni degli imperatori, avrebbe in epoca imprecisata riparato a Fiesole, e più tardi, al tempo di Carlo Magno, a Firenze. Cacciata di là dal partito guelfo, un Francesco, di Filippo Manini si sarebbe rifugiato presso Piero Traversari, signore di Ravenna, di lui genero, assieme ai figli Giacomo, Romanello e Manino. Giacomo, trasferitosi da Ravenna alla corte di Ungheria, e inviato ambasciatore in Inghilterra, avrebbe ottenuto da re Edoardo II per sè e fratelli la nobiltà inglese, e il diritto di inserire nel proprio lo stemma del regno, con diploma dato da Windsor il 5 agosto 1362. Romanello, ritornato a Firenze, vi avrebbe propagata la sua discendenza, che taluno vorrebbe identificare nella nobile famiglia fiorentina dei Mannini, tuttora fiorente. Mannino, fratello dei precedenti, sarebbe passato a Udine durante il patriarcato di Raimondo della Torre, e cioè dal 1273 al 1299, dando origine alle famiglie dei Manin e dei Manini. Ora, con buona pace del Tommasini, del Nicoletti, del Capodagli, di Romanello e Ottaviano Manini e di quanti scrissero senza critica di questa famiglia, la verità è diversa, in quanto che il Manino, fondatore della fam. in Friuli, non era affatto figlio di un Francesco, come pretende il Tommasini, ma bensì di un Buccio, ossia Jacobo, come ini, l'esistenza a Firenze d'una famiglia Manini in un tempo anteriore alla venuta di Manino in Friuli, non per questo, resterebbe provata la parentela fra questo e quella.


Compre um documento heráldico sobre família Manicotto

Escudo da família: Manicotto

Brasão da família

D'azzurro, al cavallo inalberato d'argento.
Compre Escudo da família

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome