Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origen del apellido Marenzi, país de origen: Italia

Nobleza: Nobili
Heráldica de la familia: Marenzi
Corona de la nobleza Marenzi
Due sono le famiglie Marenzi di Bergamo ed hanno origine affatto diversa. Una proviene da Monte Marenzo e l'altra da un Marino detto Marenzo de Capitani di Sovere. Da questo Marino e da origine comune coi Bottaini e coi Federici di Val Camonica sono discesi i Marenzi di Bergamo, di Sarnico, di Tagliuno e di Telgate, e poi i nobili ed i conti di Bergamo, ed i conti, baroni e marchesi di Trieste. A Telgate essi successero ai Vavassori nel dominio del Castello. A Trieste prese dimora verso il 1560 Luigi Marenzi, luogotenente imperiale, consigliere dell'arciduca Carlo, capitano di cento... Continuará

uomini d'armi contro i turchi in Croazia. da lui discesero Antonio, vescovo di Trieste ed i cavalieri gerosolimitani Paolo e Cesare 1669. I Marenzi di Trieste furono creati baroni del S.R.I. con privilegio 15 settembre 1654, e confermati marchesi di Valle Oliola, conti di Tagliuno e di Telgate, baroni di Marenzfeld, di Schonech e del S.R.I. con diploma 4 giugno 1864. Un ramo dei Marenzi di Telgate presso ad estinguersi adottò la famiglia Cavalleri, che assunse il cognome Marenzi e venne fregiata con titolo comitale. Possedeva il castello di Telgate ed un palazzo in Bergamo nel vicolo Bettami che, per eredità della contessa Antonia Marenzi Noli, moglie dell'ultimo conte Marenzi, appartiene alla famiglia Mussita. Al conte Giulio Marenzi, per eredità dello zio materno conte Leonino Secco Suardo apparteneva un palazzo in Via San Salvatore ed una villa a Zanica. Al consiglio di Bergamo appartennero Leonardo, Francesco, Ventura, Lodovico, Giov. Battista, Giulio Girolamo Loenardo, Camillo ed Orazio. Negli elenchi del 1828 e del 1840 sono iscritto nobili (mf): Filippo, Giovanni, Girolamo e Cesare; in quello del 1895, sono inscritti Filippo e Gaetano di Paolo, di Filippo; i figli di Filippo, Maria, Lucia, Paolo, Luigi e Nicola; e quelli Gaetano; Paride, Paola e Lucia. Sono pure inscritti Giovan Battista e Giulio Antonio di Giovanni, di Antonio, col figlio di Giulio: Giovanni. La famiglia è iscritta nel Libro d'Oro della Nob. Ital. e nell'El. Uff. Ital. coi titoli di conte di Tagliuno e Telgate (m) nobile (mf), in persona di : Luigi, di Antonio, di Filippo, con figli: Caterina, Giacomina, Filippo. Giovanni Paolo, di Giovanni Francesco, di Giovanni Paolo. Giovanni, di Giambattista, di Antonarone del S.R.


Comprar un documento heráldico de Marenzi

Escudo de la familia: Marenzi

Escudo de la familia Marenzi

1 Blasòn de la familia Marenzi

D'oro all'aquila di nero, coronata del campo.

Marenzi di Lombardia, arma antica. Citato in "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.II, pag. 78, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Escudo de la familia Marenzi

2 Blasòn de la familia Marenzi

Inquartato; nel 1° e 4° d'oro, all'aquila di nero, coronata del campo; nel 2° e 3° d'oro, a tre bande scaccate d' azzurro e d'argento. — Divisa: Virtute, Haud Fatis.

Marenzi di Lombardia, arma antica Citato in "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.II, pag. 78, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Escudo de la familia Marenzi

3 Blasòn de la familia Marenzi

Inquartato; nel 1° e 4° d'azzurro, ad una palla alata d' argento; nel 2° e 3° di rosso, ad una biscia ondeggiante d'argento in palo, coronata d'oro. Sul tutto uno scudetto inquartato e timbrato da una corona; nel 1° e 4° d' oro, all'aquila di nero; nel 2° e 3° d'oro, a tre bande scaccate d'azzurro e d'argento. Cimieri: 1° la palla alata; 2° l'aquila; 3° la biscia.

Marenzi di Trieste. Citato in "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.II, pag. 78-79, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Comprar Escudo de la familia

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome