Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Martelli, provenienza: Italia

Titolo: Nobili - Baroni
Variazioni cognome: Martello
Araldica della famiglia: Martelli
Variazioni cognome: Martello
Corona nobiliare Martelli Antica famiglia originaria di Val di Selve, la quale, nel XIV secolo, fu trapiantata in Firenze da Martello Ghetti, gentiluomo dovizioso, il quale per godere gli uffici della Repubblica si ascrisse all'arte degli spadai; mentre suo figlio Ugolino, nel 1373, si matricolava nell'arte della seta. Da allora in poi questa famiglia coprì per sette volte il seggio di gonfaloniere e per quaranta volta quello dei priori. Nicolò, figlio del precedente, fu di questi ultimi nel 1401, 1407, 1411 e 1415, e morì nel 1423 lasciando 13 figli, otto dei quali originarono altrettante famiglie. Ugolino, nato nel 1400, fu uno... Continua
dei più caldi partigiani di Cosimo de' Medici, col quale divise l'esilio nel 1433, ma, ritornato in patria con Cosimo nell'anno seguente, godette molta potenza, ora come capitano di Pistoia ed ora di Arezzo, come governatore di Pisa e come gonfaloniere di Firenze. Nicolò, figlio di Ugolino, fu commissario dell'armata fiorentina contro i Genovesi e Lorenzo, figlio di Ugolino, fu commissario dell'esercito della Lega. Appartennero alla gerarchia ecclesiastica: Braccio, Vescovo di Fiesole, Francesco, Cardinale di S. R. C. morto nel 1717, e Giuseppe, Arcivescovo di Firenze. Altro ramo. Da Firenze, passò in Bologna e Reggio-Emilia, godendo i massimi onori in dette città. Ricordiamo quel Francesco che fu Vescovo di Reggio, dal 1575 al 1578. Altro ramo. Originaria di Firenze, passò in Messina, ove godette nobiltà col titolo di baroni di Nicchiara. Altro ramo. Originaria di Firenze, passò in Verona, ove fiorì sin dal 1333, nel quale anno vi fioriva un Giovanni, di Guglielmo, notaio. Un Cristoforo, nel 1426, era canonico della Cattedrale di Verona e, nello stesso anno, la famiglia Martelli fu aggregata a quel nobile Consiglio. Altra famiglia. Nobile famiglia fiorentina, diversa dalle precedenti, la quale diede alla Repubblica Stefano, di Michele Martelli, segretario abilissimo negli anni 1397, 1420 e 1423. I cognomi così antichi, senza dubbio alcuno, rendono decoro non solo alle famiglie ma anche alle città che li hanno accolti; pare siano, infatti, molto riguardevoli i soggetti viventi di questa famiglia che, con tanto decoro, sostentano questo nobile cognome, che ha avuto vari soggetti illustri.

Compra un documento araldico su Martelli

Stemma della famiglia: Martelli
Variazioni cognome: Martello

Stemma  della famiglia Martelli (Toscana, Regno di Sicilia)

1 Blasone della famiglia Martelli (Toscana, Regno di Sicilia)

Di rosso al grifone d'oro.

Citato in "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol. secondo, pag. 88-89, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1890.

Stemma  della famiglia Martelli (Toscana)

2 Blasone della famiglia Martelli (Toscana)

Di rosso al grifone d'oro, col capo di Santo Stefano.

Citato in "Raccolta Ceramelli Papiani" custodita presso l'archivio di stato di Firenze; fasc. 3030.

Stemma  della famiglia Martelli (Emilia)

3 Blasone della famiglia Martelli (Emilia)

Troncato; nel 1° d'azzurro, al leone nascente d'oro, movente dalla partizione; nel 2° d'oro, a tre bande d'azzurro; col capo d'Angiò.

Citato in "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol. secondo, pag. 88, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1890.

Stemma  della famiglia Martelli (Firenze)

4 Blasone della famiglia Martelli (Firenze)

D'azzurro, alla torre d'argento, fiancheggiata da due martelli di nero.

Citato in "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol. secondo, pag. 88, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1890.

Stemma  della famiglia Martelli (Umbria)

5 Blasone della famiglia Martelli (Umbria)

Spaccato; nel 1° di verde, a due martelli di nero manicati d'oro, passati in croce di S.Andrea; nel 2° d'oro, ad una fiamma al naturale; colla fascia d'oro caricata di tre sbarre di rosso.

Citato in "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol. secondo, pag. 89, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico

Stemma  della famiglia Martelli (Lazio)

6 Blasone della famiglia Martelli (Lazio)

Di rosso, al grifo rivoltato d'oro, impugnante colla destra un martello dello stesso.

Citato in "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol. secondo, pag. 89, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1890.

Stemma  della famiglia Martelli (Lazio)

7 Blasone della famiglia Martelli (Lazio)

D'azzurro, al destrocherio di carnagione vestito di rosso, movente dal fianco sinistro, ed impugnante un martello di ferro, accompagnato in capo da una stella di otto raggi d'oro.

Citato in "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol. secondo, pag. 89, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1890.

Stemma  della famiglia Martelli (Verona)

8 Blasone della famiglia Martelli (Verona)

Arma ignota.

Stemma  della famiglia Martelli (Firenze)

9 Blasone della famiglia Martelli (Firenze)

Di..., alla sbarra di..., e al martello posto in banda attraversante di....

Citato in "Raccolta Ceramelli Papiani" custodita presso l'archivio di stato di Firenze, Fasc.3032.

Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome