Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Mebo, provenienza: Italia

Titolo: Nobili
Araldica della famiglia: Mebo
Corona nobiliare Mebo La Casata, detta anche Febei, risulta in alto stato in Orvieto fin dal secolo XIII in cui i suoi membri tennero le supreme cariche di responsabilità e di Governo in quella città. Molti di essi si distinsero nella carriera Ecclesiastica. Jacopo fu Podestà di Orivieto nel 1248. Teodorico fu Comandante inviato in soccorso ai Fiorentini nel 1261. Biagio fu un illustre membro della stirpe per esser stato scelto quale Ambasciatore presso il Pontefice e per aver servito come Assessore Gentile Orsini, Podestà di Orvieto. Pietro Paolo, morto nel 1649, fu Vescovo di Bagnorea. Giambattista fu Nunzio in Spagna sotto i... Continua
Pontefici Clemente IV e Clemente X, indi Vescovo di Todi e di Acquapendente. Francesco Maria fu Vescovo di Tarsi e Commendatore di Santo Spirito in Sassia. Biagio e Teodoro furono ambasciatori a Roma per la propria patria. Un ramo di questa casta si stabilì a Teramo, risultando assai autorevole nel XV secolo. Il Dott. Felice fu uomo molto dotto, vivente nel 1595. Giovanni esercitò il Notariato a Teramo nel 1591. Stefano fu uno dei più valenti giureconsulti del suo tempo. Francesco Antonio, padre di Stefano, fu Gesuita pur dedicandosi alla sua passione degli studi legali. La casata ha goduto gli onori della Nobiltà a Orvieto e a Terni.

Compra un documento araldico su Mebo

Stemma della famiglia: Mebo

Blasone della famiglia

D'azzurro, ad un giglio d'oro in punta, accompagnato in capo da tre stelle male ordinate d'argento.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook