Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Medolago, provenienza: Italia

Titolo: Conti
Variazioni cognome: Medolago-Albani-Martinengo-Villagana - Medolago-Albani - Medolaghi
Araldica della famiglia: Medolago
Variazioni cognome: Medolago-Albani-Martinengo-Villagana - Medolago-Albani - Medolaghi
Corona nobiliare Medolago Le famiglie dei nobili Medolago e dei conti Medolago-Albani e Medolago-Albani-Martinengo- Villagana, discendono dalla stirpe dei Valvassori di Medolago, paese dell'isola Bergamasca presso l'Adda, dove i conti Medolago Albani possiedono ancora l'antico castello, del quale rimane solo qualche rudero sotto il palazzo. Valvassori è un vero e proprio titolo indicante le funzioni che presso l'imperatore esercitavano coloro i quali ne erano insigniti, e sembra che questo titolo venga dalla Francia, ove ora spesso è mutato in cognome Vavasseur. Etimologicamente è spiegato "qui stabant ad valvas imperatoris". Forse per avere la famiglia portato questo titolo franco fece nascere la tradizione che... Continua
franca sia stata la sua origine, e di là sia tenuta con Carlo Magno o con Pipino. Ad ogni modo questa è una tradizione costante nella famiglia, benché non si possa provare questo fatto con nessun documento. Dicesi ancora, che la famiglia Vavassori abbia avuto una prima stanza nel Milanese ed ivi sia tenuta in grande potenza, tanto da impadronirsi di considerevole parte di quel territorio; in progresso di tempo, per rovesci subiti, avesse valcato l'Adda, avrebbe fondato e fortificato il Castello di Medolago. La con varia fortuna avrebbe continuato la sua lotta coi Signori di Milano seguendo costantemente la parte Guelfa. Questa tradizione troverebbe una conferma nello stemma, nel quale vedesi un castello merlato alla guelfa. Sopra questo si fondano due lettere dedicatorie l'una del 1613, a Girolamo del Valvassori di Medolago, l'altra del 1664 al M° III Nob. Sig.Giov. Batt. Medolago. Dei Guidi, Dei Galdini, degli Anselmi e dei Defundo io ne trovo veramente nel mio albero, ma chi prova che siano quelli nominati in questa dedicatoria? Nella lettera poi a Gio. Battista, colla quale Antonio Lupi gli dedica una sua pubblicazione, che ha per titolo "publio Lentulo", stampata a Venezia nel 1664, trovo scritto:" A quali splendori non sormontò la fama dei suoi antenati e di quali trofei non mirasi fagiata la sua prosapia, all'hora che, giunta al segno d'ingelosir con la sua potenza le forze più auguste di Principi, allargò i suoi confini fino all'impadronirsi della quarta parte dello stato di Milano? Che lo confessiamo quelle spade che a mari di sangue si videro poi lampeggiar nelle man congiurassero le stelle e la malignità del destino contro la sua casa in perdere quell'Impero, resta però che non la celebri la Fama per quella stirpe da cui siano nati tanti splendori, sapendo bene ognuno quanto le cose umane siano soggette all'incostanza della sorte.

Compra un documento araldico su Medolago

Stemma della famiglia: Medolago
Variazioni cognome: Medolago-Albani-Martinengo-Villagana - Medolago-Albani - Medolaghi

Stemma  della famiglia Medolago

1 Blasone della famiglia Medolago

Di azzurro al castello di argento accompagnato in capo da due gigli dello stesso.

Citato in "Enciclopedia Storico-Nobiliare Italiana di V. SPRETI", vol. IV .

Stemma  della famiglia Medolago

2 Blasone della famiglia Medolago

D'azzurro, al castello d'argento, merlato alla guelfa e torricellato di un pezzo nel centro, piantato sopra una campagna di verde, ed accostato in capo da due gigli pure d'argento.

Citato in "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.III, pag. 266, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome