Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origen del apellido Mellucci, país de origen: Italia

Nobleza: Nobili - Cavalieri - Conti - Baroni
Heráldica de la familia: Mellucci
Corona de la nobleza Mellucci Antica ed assai nobile famiglia del territorio di Capua, investita del titolo baronale, comitale ed ammessa all'Ordine di Malta, di chiara ed avita virtù, propagatasi, nel corso dei secoli, in diverse regioni d'Italia. Stabilitasi nella città di Curti, la casata fu parte integrante di quella comunità, distinguendosi, ad esempio, promuovendo la costruzione della chiesa della Madonna delle Grazie nel 1751, la quale è stata restaurata nel 2010, proprio da un discendente di questa illustre stirpe, ossia Giorgio Mellucci, nato a Trento nel 1979, dottore in restauro. Secondo quanto ci viene tramandato, il capostipite dei Mellucci fu un Guglielmo, di Gioacchino... Continuará

Luigi, signore del feudo di Montelapiano, in quel di Chieti, dottore in legge e padre dell'avvocato Michelangelo, barone di Montelapiano, Rossello e Raiano. D’altronde, tal famiglia, nel dispiegarsi dei lustri, sempre è riuscita a produrre una serie di uomini che hanno reso illustre il suo nome, nei pubblici impieghi, nelle professioni liberali ed ecclesiastiche e nel servizio militare. Fra questi, senza nulla levar al valore degli omessi, contasi: Gaetano, martire politico nel periodo borbonico; Desiderata, sorella del predetto barone Michelangelo, moglie del duca D'Alessandro di Pescolanciano; Antonio, del fu Michelangelo, barone di Gamberane e Civita Burrella; Don Giovanni, parroco in Crotone; Giuseppe, medico in Napoli; Don Gioacchino Mellucci, sindaco di Curti ed ufficiale comunale per vari anni, marito della nobildonna Cristina Casertano; Don Pasquale, figlio di Don Gioacchino, autore di numerosi manoscritti; Gioacchino Luigi Mellucci (Curti, 11 gennaio 1874 - Napoli, 30 aprile 1942), ingegnere le cui innovazioni tecniche, specie per quanto riguarda l'uso del cemento armato, consentirono di risolvere in modo esteticamente valido alcuni problemi strutturali di difficile soluzione. La casata, inoltre, ha contratto parentele con moltissime nobili prosapie, tra cui: D'Alessandro, Pignatelli, Mercato, Marchesani, Guida, Mastellone, Rossi,Cardiello, Ridola, Henke, Gaudiosi, Murolo, Costa Pio, Splendore. I cognomi così antichi, senza dubbio alcuno, rendono decoro non solo alle famiglie ma anche alle città che li hanno accolti; pare siano, infatti, molto riguardevoli i soggetti viventi di questa famiglia che, con tanto decoro, sostentano questo nobile cognome, che ha avuto vari soggetti illustri.


Comprar un documento heráldico de Mellucci

Escudo de la familia: Mellucci

Escudo de la familia Mellucci

1 Blasòn de la familia Mellucci

D'azzurro, a tre medaglie, figurate d'una testa laureata, d'oro.

Escudo de la familia Mellucci

2 Blasòn de la familia Mellucci

D'azzurro, a tre medaglie, figurate d'una testa laureata, d'oro, con il capo di concessione di Westfalia, cioè di rosso, carico di un puledro d'argento, ritto e rivoltato, nascente.

Escudo de la familia Mellucci

3 Blasòn de la familia Mellucci

Comprar Escudo de la familia

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome