Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origem do sobrenome Meucci, país de origem: Italia

Nobreza: Marchesi
Heráldica da família: Meucci
Coroa de nobreza Meucci Lodovico, di Francesco, detto Ceccone, fu il primo della famiglia che da Buggiano passò a stabilirsi a Pescia, ove il 12 gennaio 1409 fu ammesso al godimento di tutti gli onori. I suoi matrimoni con Giovanna di Cerbone Cavalcanti e con Fiorina di Michele Bracciolini provano come la famiglia fosse considerata fino da quel tempo di rango elevatissimo. Da Francesco, di Lodovico, uno dei priori di Pescia nel'anno 1447, nacquero Lodovico, Lucantonio, Filippo e Gio. Battista. Lodovico, di Francesco, si trasferì in Pisa, dove nel 1471 esercitava la mercatura. Ne fu poi espulso, e nel 1499 lo troviamo in Pescia... Continua

in qualità di contestabile dei soldati levati da quel luogo a richiesta dei commissari dell'esercito fiorentino che era all'assedio di Pisa. Il figlio di Lodovico, Antonio, sposò Maria, di Niccolò Vinta, dal quale gli nacque un altro Antonio, che nel 1539 viene indicato come "mercator et civis pisanus". Sposò Antonia, del fisico Torriani di Pietrasanta, e n'ebbe in figlio Lodovico, che si trasferì a Reggio Emilia e fu nominato governatore della Contea di S. Polo. Ultimo di questo ramo fu Francesco, del predetto Lodovico, gentiluomo del cardinale Carlo de' Medici, commissario di Volterra e di Montepulciano, priore di Pisa nel 1608 e nel 1621, cittadino fiorentino per provvisione del Consiglio dei Dugento del 31 agosto 1637. Fondò una Commenda nell'Ordine di S. Stefano con titolo di Priorato di Livorno, a favore di Vincenzo, di altro Vincenzo Poschi, dotandola di 20 mila scudi. Filippo, di Francesco, seguì la professione legale ed esercitò l'ufficio di scrittore apostolico. Sposò Lucrezia, di Piero Tornaquinci, dalla quale non risulta che avesse discendenza. Gio. Battista, di Francesco, abbracciò lo stato ecclesiastico, fu uno degli scrittori apostolici sotto i pontificati di Inocenzo VIII e di Alessandro VI, dal quale ultimo pontefice fu nominato protonotario partecipante e abbate commendatario del'abazia di Buggiano. Lucantonio, di Francesco, esercitò la mercatura, e per seguire tale esercizio si trasferì a Pisa, dove nel 1496 fu ammesso alla cittadinanza e nominato Capo dei Quattro deputati ad civilia. L'imperatore Carlo V, con diploma 5 marzo 1521, lo decorò, insieme col fratello Filippo e coi figli Roberto e Carlo, del titolo di conte palatino, aggregandol3 luglio 1660; s'imparentarono sempre con famiglie di primaria nobiltà; furono ascritti alla nobiltà di Pisa con decreto del 23 settembre.


Compre um documento heráldico sobre família Meucci

Escudo da família: Meucci

Brasão da família

Partito: di Balbi che
Compre Escudo da família

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome