Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Millaur, provenienza: Italia

Titolo: Signori
Araldica della famiglia: Millaur
Corona nobiliare Millaur Era già feudo dei provenzali Jouffroy de Sainte Cécile. La vedova Clara d'Henricy de Joufreoy de Sainte Cécile lo vendeva alla comunità il 25 luglio 1684, che ne fu investita il 27 giugno1685 e il 14 gennaio 1738 con titolo signorile. Il Comune è iscritto nell'Elenco Ufficiale Italiano col titolo di Signore di Millaurès. Trà le più antiche, e illustri famiglie che dalla Francia, e dalla Spagna che fiorirono in tempo de Regi Francesi della Carolea, e delle case reali Spagnole, Aragona, Castiglia e altre, visse con splendore questa famiglia, d'onde ella poi sotto auspici militari, è governi passò in... Continuaitalia, e nelle varie regioni, Regioni opulenti di tutte l'humane grandezze. Ne è nota l'origine della famiglia e questo induce a supposizioni che offrano la possibilità di promuovere richerche da cui trarre notizie attendibili. Passarono nei secoli trascorsi con vari Rè alla conquista delle terre del Regno d'Italia molti Signori, e Cavalieri Francesi, e Spagnuoli; i quali, dopo la vittoria da quel Rè ottenuta, venendo dal medesimo rimunerati di Stati, e di ricchezze, diedero vita a una prosapia e si stabilirino con loro abitazioni in castelli, o torri murate, e parti del Regno, in ricompensa de'loro servizi militari; fra' quali questa famiglia.
Compra un documento araldico su Millaur

Stemma della famiglia: Millaur

Blasone della famiglia

Inquartato di argento e di rosso, il secondo e terzo caricati di un anello d'oro con tre gemme incastonate, al naturale. Motto: Virtute duce.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook