Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Milotta, provenienza: Italia

Titolo: Baroni
Araldica della famiglia: Milotta
Corona nobiliare Milotta
Famiglia originaria di Benevento, ove si trovano memorie fin dal tempo della dominazione Longobarda. Questa famiglia nei passati secoli si diramò in Francia e Spagna. Ha goduto nobiltà nelle città di Benevento, Brindisi, e Catanzaro. Il ramo di Catanzaro si estinse nella famiglia Cattaneo. Si veggono monumenti di essa in Napoli nelle Chiese di S. Giovanni a Carbonara e SS. Apostoli. In Benevento nelle chiese di S. Maria del Carmine, S. Maria delle Grazie e S. Lorenzo. Tra i suoi possedimenti si citano le Baronie di Castrignano, Galatola, Giuliano e molt'altre che per brevità si tralasciano. Si congiunsero i Milotta... Continua
con nobilissime famiglie del regno tra le quali meritano un cenno gli Albamonte, gli Aquino Castiglione, gli Azzia, e i Candida. Gli uomini che più diedero lustro a questa famiglia furono: Balduino, Golardo, Giovanni e Planullo, fratelli che presero le armi contro Manfredi che teneva oppressa la loro patria Benevento; Guglielmo Governatore di Benevento, che fece edificare il Castello di quella città nel 1322; Marino Presidente della regia Camera della Sommaria nel 1439; Pietro Consigliere di Ferrante I d'Aragona ed ambasciatore al re di Francia; Scipione Commissario Generale del regno contro i delinquenti, che sposò Giovanna di Valois nel 1546; Antonio Cameriere di Papa Paolo IV; Girolamo Governatore di Ancona e Luogotenente nella Marca Anconitana. fece edificare in Ancona un luogo apposito per i giudei, nel quale luogo veggonsi le sue armi 1557; Gio. Camillo illustre Giureconsulto scrisse un trattato, de Absolutione juramenti, ed altre opere legali 1562; Geronimo Avvocato Fiscale della Camera della Sommaria pel re Filippo II; ed infine Vincenzo illustre uomo, detto Tirsi Beneventano, che fu Segretario di Papa Paolo V. Altro ramo. Originaria di Benevento, ove si trovano memorie fin dal tempo della dominazione longobarda, à goduto nobiltà nella sua patria d'origine, in Brindisi ed in Catanzaro. Fu signora di quindici baronie. Si narra che Vittoria Griffo, madre di Giovan Tommaso Filangieri, abbia venduto ad un Antonio i feudi di Mancusi, Lentace e di Aufieri, tutti nei dintorni di Montefusco, a fine di pagare la dote di Giulia Cutillo di Montefusco, suocera di lei; l'assenso su tale compra venne impartito dal Cardinale Pacecco, Vicere di Napoli, a' 7 do tra Montehercole et la Pellosa in Principato di Ultra immediate dalla Regia Corte et un altro feudo detto cerretello ne le pertinentie de la ditta terra della Pellosa .
Compra un documento araldico su Milotta

Stemma della famiglia: Milotta

Blasone della famiglia

Fasciato d'oro e di nero, colla banda di rosso.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome