Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origem do sobrenome Minnio, país de origem: Italia

Nobreza: Nobili - Patrizi
Heráldica da família: Minnio
Coroa de nobreza Minnio
Un Paolo si stabilì a Venezia nell'anno 790. Questa famiglia rimase fra le patrizie alla serrata del Maggior Consiglio del 1297. Diede alla Repubblica senatori e capitani ed in diverse chiese di Venezia si vedono decorosi monumenti sepolcrali. Lorenzo, figlio di Francesco nel 1431 fu sopracomito di galera nell'armata in Po contro il duca di Milano; egli nel 1439 fu Podestà e Capitano di Belluno, indi provveditore generale dell'Armata in Puglia e nella Marca; passò nel 1447 con sette galere in soccorso degli Anconitani che avevano alzata la bandiera di S. Marco; poi nel 1448 fu capitano di Brescia e... Continua

la difese nell'assedio posto dai Milanesi. Bartolomeo di Lorenzo nel 1470 combattè contro i Turchi a Negroponte. Francesco nel 1475 fu inviato in Cipro quale Consigliere della regina Caterina Cornaro, dopo la morte del re Giacomo suo marito. marco di Bartolomeo cavaliere e senatore andò ambasciatore a Papa Leone X, nel 1519 a Solimano, imperatore dei Turchi, della cui ambasceria fu pubblicata la relazione, datata da Candia 28 febbraio 1521, premessavi una documentata biografia di Emanuele Cicogna. Poi nel 1528, lo stesso Marco fu ambasciatore in Francia, nel 1530 e 1532 in Mantova a Carlo V, nel 1534 a Papa paolo III, nel 1536 a Costantinopoli. Paolo di Teodoro fu eruditissimo magistrato (1670-1715). Marco, fratello di lui nel 1684 fu eletto vescovo di Caorle. Giacomo di Giovanni fu pure insigne magistrato e coprì cariche importanti tra il 1686 ed il 1715. dei palazzi abitanti dai vari rami della famiglia rimane solo quello di Santa Fosca, calle Minio, attribuito al Sammicheli e prospiciente il Canal Grande, che fatto costruire dai Gussoni, nel 1747 passò in eredità ai Minio, nel 1798 lo vendettero ai Grimani. In palazzo ducale si vede lo stemma Minio caricato di una crocetta in capo, fra quelli che fiancheggiano il verone nella sala della Quarantia C.V. Una pietra tombale con iscrizione di un Andrea Minio (1525) è tuttora ben conservata nella chiesa di S. Andrea davanti all'altare maggiore ed altra di Laura Loredan moglie di Silvestro Minio (1513) si conserva al Museo Correr. Michele e Michelangelo di Alvise del ramo di S.Sofia ottennero la conferma della nobiltà con S.R.A. 28 giugno 1819. la fam. è iscritta nell'El. Uff. Ital. col titolo di N.U.N.D. patriziorale socio corrispondente del R. Istituto Veneto di Scienze Lettere ed Arti (Venezia, S. Polo, 1557), da cui: 1. Alvise, n. Venezia 15 settembre 1900; 2. Vittorio, n. S. Pietro, al Natisone 10 marzo 1902.


Compre um documento heráldico sobre família Minnio

Escudo da família: Minnio

Brasão da família

D'azzurro alla banda di rombi d'oro.
Compre Escudo da família

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome