Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Miranda (Pico), provenienza: Italia

Titolo: Nobili - Conti - Duchi - Signori - Principi
Araldica della famiglia: Miranda (Pico)
Corona nobiliare Miranda (Pico) Nobilissimo casato Italiano, di chiara ed avita virtù, propagatosi, nel corso dei secoli, in diverse regioni d'Italia e del Mondo. Secondo quanto ci viene tramandato, esso sarebbe una diramazione dell'illustrissima famiglia Pico della Mirandola, la quale ebbe la sovranità sul Ducato di Mirandola e su altri territori vicini, come Concordia, per oltre quattro secoli, finché i loro domini non vennero annessi dagli Estensi di Modena nel 1711. La famiglia origina, dunque, da un Ugo, figlio di Manfredo, al quale venne fatto dono per ricompensa dei servigi della corte di Quarantola e del castello della Mirandola. Francesco, nel 1311, essendo stato... Continua

spedito a Brescia in qualità di ambasciatore ad Enrico VII imperatore, al fine di prestargli omaggio in nome della città di Modena, ottenne da quel monarca il titolo di vicario dell'impero nel Modenese e l'investitura di Quarantola, Mirandola e loro dipendenze. Paolo fu podestà di Verona, dove morì nel 1355. I suoi figli e quelli di Nicola ottennero, dall'Imperatore Carlo IV, nuova investitura di Quarantola e Mirandola, la quale, benché fosse a tutti comune, pure la proprietà della Mirandola rimase ai soli discendenti di Paolo. Giovan-Francesco militò sotto le bandiere di Sigismondo Malatesta ed ebbe fama di capitano insigne. Fortificò la rocca detta Mirandola, cingendola di solidissime mura e, nel 1468, ottenne da Bertrando Vescovo di Reggio il feudo di S. Martino. Galeotto, figlio e successore di Giovan-Francesco, durò nella signoria fino al 1499. Giovanni, fratello del precedente, uomo dottissimo, fu denominato la Fenice dei letterati. A Galeotto successe Gian-Francesco, il quale fu ucciso a tradimento, insieme al figlio Alberto, da Galeazzo, suo nipote, nel 1533. Federico, figlio di Galeazzo, ne ereditò lo stato e si intitolò principe della Mirandola e marchese di Concordia. Morto nel 1602 senza figli, gli successe il fratello Alessandro, il quale nel 1619 fu creato dall'Imperatore Ferdinando II duca della Mirandola e cavaliere del Toson d'oro. Secondo duca fu Alessandro II, cui successe il nipote Francesco-Maria, ultimo duca, al quale nel 1711 furono tolti tutti gli stati dall'Imperatore che li vendette al Duca di Modena, accordando allo spossessato principe, che morì in Spagna senza figli, un assegno di sole 3000 doppie. Un ramo di questa celebre famiglia fiorisce tuttora in Gazolo Mantovano ed un altro in Francia. Certamente, il personaggio più celebre del casato fu Giovanni Pico dei conti della Mirandola e della Concordi (Mirandola, 24 febbraio 1463 – Firenze, 17 novembre 1494), il quale è stato un umanista e filosofo, figlio di Galeotto I Pico e di Bianca Maria d'Este, figlia di Niccolò III d'Este. Altro ramo. Antichissima ed assai nobile famiglia spagnola, diramatasi, in epoca assai remota, nei regni di Napoli e Sicilia. La tradizione vuole che essa tragga origine dalla cittadina di Miranda, in Castiglia, celebre per il suo "castello-fortezza". Già nel 1275, comunque, i membri della famiglia risultano ascritti alla nobiltà di Bitonto. Inoltre, ben due membri di questa casato occuparono la carica suprema di Viceré. Nel 1586 Giovanni de Zuniga, Conte di Miranda, fu chiamato a reggere questa carica che in precedenza era stata retta da un suo zio che portava lo stesso nome. Rodrigo fu elevato a Viceré nel 1646, alla Vigilia delle insurrezioni di Napoli Capitanate da Masaniello. Del ramo di Sicilia, Francesco ebbe la carica di Governatore della Tavola di Palermo. Il Capitano Gaspare venne insignito per i suoi meriti speciali del grado di Castellano della Colombara, nel 1670. Nel 1690, si trova a Messina Sancio de Miranda Pons de Leon, Marchese di Casasuerte, cavaliere di San Giacomo e maestro di campo generale, nonché governatore di Messina nell’anno 1690-91; Francesco de Miranda de Gaiarre, dottore in Giurisprudenza,


Compra un documento araldico su Miranda (Pico)

Stemma della famiglia: Miranda (Pico)

Stemma  della famiglia Pico della Mirandola

1 Blasone della famiglia Pico della Mirandola

Inquartato; nel primo e nel quarto d'oro all'aquila di nero coronata del campo; nel secondo e nel terzo fasciato di rosso e d'argento, al leone d'oro attraversante. Sul tutto uno scudetto scaccato d'argento e d'azzurro. Il capo dello scudo d'oro all'aquila dell'impero.

Stemma  della famiglia Miranda

2 Blasone della famiglia Miranda

D'azzurro, alla fenice sulla sua immortalità, il tutto al naturale e mirante il sole d'oro posto nel cantone destro del capo.

Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome