Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origem do sobrenome Montegna, país de origem: Italia

Nobreza: Nobili
Heráldica da família: Montegna
Coroa de nobreza Montegna Il nome di questa casata ricorre la prima volta nel 1234 in un manoscritto dell'abate Bini, in cui è ricordato un "dominus....de Montenaco et S. de Montenaco subdiaconus". Il Palladio menziona nel 1256 un Brunetto signore di un castello di tal nome. Altri personaggi coll'appellativo de Montaniaco o de Cassaco ricorrono in scritture del sec. XIII; ma sono tutti nomi isolati, fors'anco appartenenti a famiglie d'altro sangue, consorti nel feudo, i quali, in epoca più a noi vicina, vennero riuniti in un nesso genealogico arbitrario e non documentabile, cui fu sovrapposto, quale capostipite, un favoloso Montegnà signore di Cassimberg che... Continua
sarebbe vissuto nel 1200. Il primo personaggio storicamente certo è un Detmaro di Montegnacco ricordato fino dal 1299, e nel 1309 abitante a Udine, autore delle tre linee principali in cui si divise questa cospicua famiglia: la linea dei Montegnacco di Gemona; quella dei Montegnacco del Pozzo, e quella di Montegnacco signori di Cassacco e Montegnacco. Del possesso feudale di Cassacco la famiglia appare investita da antica data. Il castello omonimo sorge ancora su una amena collina a nord di Tricesimo e profila le sue due brune torri sull'incantevole panorama delle Alpi Carniche. Da un documento della Raccolta Bianchi sappiamo che esso, per sentenza del patriarca d'Aquileia, era stato restituito nel 1338, il 12 luglio, da D. Fulchero di Savorgnano a un D. Mussato di Cassacco, forse dello stesso sangue dei Montegnacco. Verso la fine del trecento Cassacco ritornava in proprietà dei Savorgnano per il matrimonio di Allegrezza, pronipote del capostipite Detmaro, con D. Danese di Savorgnano, e vi rimaneva fino al 1458, quando Gio.Francesco qm. Alvise di Montagnacco, del ramo ancor fiorente, lo ricuperava mediante contratto dai nobili Odorico e Bertrando di Savognano. Ricostruito il castello da Sebastiano, figlio di detto Gio. Francesco, a ricordo dell'avvenimento venne coniata una apposita medaglia. Un figlio di Sebastiano, Leonardo, lasciava Cassacco al Monte di Pietà di Udine, ma in fatto il suo possesso non uscì mai dalla famiglia Nel 1651 il nobile Ascanio di Montegnacco, uomo disordinato e pieno di debiti, era stato bandito per aver demolito parte del castello e venduti i materiali, e poscia carcerato per rottura di bando. Nel 1662messo di cedere a tal Valentino Cilosio, uomo di vilissimi natali, Ma ricco, verso un ineguale corrispettivo in terreni, la porzione del feudo di Cassacco spettante a lui e al nipote, con patto di ricupero, e obbligo per il Cilosio di restaurare entro tre anni la parte abbattuta del castello.

Compre um documento heráldico sobre família Montegna

Escudo da família: Montegna

Brasão da família

Di nero a tre monti di verde, cuciti, sostenenti un leone di argento. (In molti esemplari, anche antichi, il leone figura coronato d'oro, e l'elmo
Compre Escudo da família

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome