Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Mucia, provenienza: Italia

Titolo: Patrizi
Araldica della famiglia: Mucia
Corona nobiliare Mucia
Antichissima famiglia, indistintamente della Lucia o De Lucia, la quale appartenne alle più ricche e possenti della città d'Arezzo, come testimoniano, proprio in quella città, le moltissime iscrizioni su macigni vetustissimi. La famiglia Mucia ha avuto immensi poderi nel dominio Aretino, e aveva un porto nelle Chiani, fiume famoso, per narrazione di Plinio, di cui ancora se ne vedono le vestigie, ritenendo pure il suo nome gentilizio di porto Luciano, e questo era guardato da un grosso, e forte Castello oggi Villaggio in cui si vedono le rovine, ed è chiamata corrottamente Policiano; e di tutto questo se ne vedono... Continua

memorie negli Archivi aretini, ossia in quello della Cattedrale, come pure in quello della Badia, nel quale si conserva un libro di lettere scritte dall'Abate Gironimo Aliotti, che fioriva nel 1160 circa, nelle quali si vedono raccomandate le reliquie di si gran famiglia a Gio. Tortelli Aretino, che si prevaleva molto nella Corte di Roma, ed in particolare in una scrittali del 1452. La famiglia alzò per arma. D'argento al leone armato e coronato d'oro. Questa famiglia, inoltre, a dir dell'Amayden, era sicuramente comprese tra quelle raccolte nel Libro d'Oro del Campidoglio. Pertanto, il casato ebbe nobiltà riconosciuta tra il 1600 ed il 1700, anno in cui Teodoro Amayden eseguì le sue ricerche e compose "Ragguaglio di tutte le nobiltà delle famiglie antiche et moderne di Roma... et famiglie straniere. Fondo Vaticano n.7957, fol. 58". Altro ramo. Famiglia siciliana, di chiara ed antica virtù, della quale notiamo: un Francesco che, a 6 marzo 1412, ottenne conferma del privilegio dato a 3 novembre 1401, con il quale avea avuto concessione dell'ufficio di vice segreto di Iaci ed un altro Francesco che possedette, nei primi anni del secolo XVIII, l'ufficio di portulanotto di Licata in feudo. La famiglia alzò per arma: d'oro, al braccio vestito di verde movente dal fianco sinistro dello scudo, impugnante un cereo d'argento, acceso di rosso, posto in banda.


Compra un documento araldico su Mucia

Stemma della famiglia: Mucia

Blasone della famiglia

D'argento al leone armato e coronato d'oro.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome