Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origin of last name Muzina, country of origin: Italia

Nobility: Baroni - Nobili - Patrizi
Heraldrys of family: Muzina
Nobility crown Muzina Si hanno notizie di questa nobile famiglia fino dal XIII secolo. Nel 1250 sono ricordati dalle antiche memorie dell'Archivio di Camerino, i tre fratelli Giovanni, Broccardo e Gentile de' Muzi che, guelfi, osteggiavano Percivalle Doria, Luogotenente del ghibellino Re Manfredi che assediava Camerino. Un ramo di questa famiglia ebbe la Signoria di Prefoglio, Massa e Capriglia con titolo comitale. Esso innalzò il secondo degli stemmi qui sopra descritti, ma tale ramo si estinse col conte Gianfrancesco, nato il 24 marzo 1663. Il Lilii nella sua storia di Camerino nel Libro V dopo aver ricordato che nell'ottobre del 1414 Sigismondo Imperatore... To be continuedcreò conti Palatini i signori Paolucci di Camerino con la facoltà di crear Notari, legittimar bastardi, aggiunge che tale onore toccò anche ai Conti di Prefoglio. Il ramo che tutt'oggi sussiste discende da Giovanni Battista , di Cesare, nato 23 ottobre 1580 zio di Gianfrancesco. La famiglia è iscritta nell'Elenco Ufficiale Nobiliare Italiano col titolo di Patrizio di Camerino (mf.) ed è rappresentata da: Odoardo, n. Camerino 17 genn. 1864 dal fu Aniceto, professore, sp. a Spello (Umbria) il 23 settembre 1896, Giannina Benedetti. Figli: 1) Clara, n. Spello, 31 agosto 1897, sp. a Camerino il 30 ottobre 1922 ing. prof. Cav. Ferdinando Gallerani; 2) Maria, n. Penne (Pescara) 21 aprile 1899, professoressa, sp. a Camerino 5 aprile 1925, prof. Umberto Masturzi; 3) Ada, n.a Penne, 2 marzo 1901, dottoressa, sp. a Camerino 22 aprile 1930, dott. cav. Giovanni Panizzera; 4) Alfredo, n.a Penne, 11 maggio 1903, s. tenente 2° Alpini; sp. a Torino Fausta Peroni, da cui. a) Odoardo, n. Torino, 10 marzo 1927; 5) Mario, n. Camerino, 11 maggio 905, ispettore provinciale S.F. dell'Industria; 6) Piero, n. a Camerino, 4 gennaio 1907, geometra. Fratelli: 1) Arturo Muzi, n. a Camerino 4 gennaio 1868, sacerdote; 2) Gustavo Muzi, n. a Spello 4 novembre 1876, professore, sp. Adele Benedetti, da cui: a) Francesco, n.a Spello, 18 maggio 1904, sp. Angiolina Boccolà, da cui: Giorgio, n. Camerino, 19 agosto 1929; b) Luisa, n. Camerino, 16 novembre 1905. Altro ramo. L'antichissima famiglia Muzi, da Roma passò verso il 1400 in Fontecchio dove ebbe sempre posizione eminente. Da Antonio Muzi, vissuto verso la metà del 1400, presero origine Don Scipione Muzi (15enico, illustre avvocato (1742-1827) che fu padre di Filippo (1780-1866), dottissimo giureconsulto, nel 1821 sottointendente in Aquila e nel 1848 Commissario del 2° Abruzzo Ulteriore.
Buy a heraldic document on family Muzina

Coat of Arms of family: Muzina

Blazon of family

D'argento al monte di verde di tre vette, col capo di rosso, carico di un leone passante sopra un ristretto di pianura e tenente con la zampa anteriore destra una ruota, il tutto d'oro.
Buy Coat of Arms of family

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome