Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origem do sobrenome Muzio, país de origem: Italia

Nobreza: Baroni
Heráldica da família: Muzio
Coroa de nobreza Muzio Stando al Baronio ed al Villabianca, si trova questa nobile ed antica famiglia derivare da un Cajo Muzio Scevola romano l'anno 507 av. G. i di cui successori giusta Mugnos sotto quella repubblica illustraronsi colle cariche consolari, tribunizie, pretoriane, pontificie ecc. Intanto un ramo di essa al dir di Cantù passò in Genova, e da qui a sua volta altro ramo nel 1500 in Siciilia mercè un Vincenzo M., come attestano il Cutelli ed il Villabianca medesimo. Ivi commendansi: un Giambattista investito dei feudi di Jannello e Cascacino 1639, maestro notaro del senato di Palermo 1640; un Francesco barone di... Continua

Grottarossa, Giuffo e Capisotto investito 1639, non che di detti feudi di Jannello e Cascacino 1643, essendo stato maestro notaro perpetuo del senato di Palermo 1623; maestro notaro ed archivario della R. Corte Pretoriana, carica comprata in feudo 1637, maestro segreto del regno 1640, e giudice di detta R. Corte Pretoriana 1641; un Casimiro M. e Groppo investito 1644, spedaliere di s. Bartolommeo 1680, senatore 1691, che con Francesca Chacon de Salinas procreò Antonino e Tommaso; il primo investito 1706, spedaliere dell'Ospedale Grande 1710 e senatore 1711, la di cui linea continuò sino ad Antonino M. e Piraino investito 1766, morto senza figli essendo l'eredità ricaduta nella sorella Teresa maritata a Giuseppe de Maria ed Ortolani; il secondo cioè Tommaso progenitore d'Innocenzo barone delli Manganelli per dritto della madre Faustina Sant'Agata e Platamone, senatore 1753-63-72, spedaliere come sopra 1758, governatore del Monte di Pietà 1760, e tesoriere del senato 1762. Da questo ramo ne venne Innocenzo padre di Basilio M. e Salerno. Altro ramo. Vincenzo M., di origine romana, da Genova, dove la sua famiglia aveva fiorito per parecchi secoli, durante il XVI la trapiantò in Palermo, ove fu ascritta alla senatoria nobile, a partire dal 1622, avendo occupato le nobili cariche di senatore, governatore della Tavola e del Monte di Pietà, tesoriere del senato, marammiere del Duomo giudice della regia Corte pretoriana e del Concistoro, maestro notaro del Senato e della regia Corte pretoriana, maestro segreto del regno di Sicilia ecc. Ha posseduto la baronia di Grottarossa ed i feudi di Giuffo e Capisotto, di cui il primo ad esserne investito fu il dottore Francesco VIII secolo fece uso del titolo di Barone di S. Antonino cedutogli dalla famiglia Bilotta.


Compre um documento heráldico sobre família Muzio

Escudo da família: Muzio

Escudo da família Muzio

1 Brasão da família Muzio

D'oro, con una coppa di nero, fiammeggiante di rosso, col braccio destro armato d'argento, la mano di carnagione tra le fiamme, impugnante un pugnale di nero alto in palo.

Escudo da família

2 Brasão da família

D'agento alla decusse di nero con le braccia superiori caricata ognuna verso i cantoni dello scudo di una stella di sei raggi d'oro.

Compre Escudo da família

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2015 - 2016 Heraldrys Institute of Rome