Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origem do sobrenome Nacerno, país de origem: Italia

Nobreza: Cavalieri e Duchi
Heráldica da família: Nacerno
Coroa de nobreza Nacerno Antichissima é la casa nel Regno di Napoli, ove sono ormai quattro cento anni, ch'ella si spende. Guidone nell'anno 1187 per una parte di Acerno, e altri feudi, che possedeva in Gifoni mandó in Soccorso di Terra Santa sei soldati a Cavallo é cinquanta Fanti. Filippo Barone in Principato nel 1239, ebe in custodia dall'Imperatore Federico II uno degli ostaggi delle Cittá Guelfe di Lombardia, che furono mandati a custodirsi a Baroni del Regno. E a Filippo toccó Anselmo Trivultio Milanese. Ma io piú tosto credo, che Francese sia la casa d'Acerno di cui ora favelliamo, e che fiorí sotto... Continuail Regno di Re Carlo I, poiché Dalmasio di Tarascone l'anno 1275, aveva come signor di Castronuovo lite de consini con Guglielmo Visconte di Milano Signor di Confa, e con Rinaldo de Poncelli Signor d'Andretti. Questo medesimo Dalmatio (perché Tarascone dovea essere la patria) il proprio cognome di Belcrado aveva cambiato poscia secondo l'uso di quei tempi con Acerno Terra da lui posseduta: onde Dalmatio di Belcrado vien chiamato Padre di Gio. sotto il Regno di Re Carlo II. E si cognominano Stefano, che armato giá cavaliere, é mandato l'anno 1288, con Jacopo Galeoto, altrsí Cavaliero, ad informarsi del valor dello stato d'Oddone di Tuzziaco, Gran Giustitiero del Regno. Di Stefano non appare poi altro. Peró non solo Dalmatio, ma anche Berlengiero Ganselmotto, Rostaino e Adimaro figliuoli di Americo tutti di Taralcone vennero in servigio di Carlo. Di Berlingiero Cavaliero, e Signor di Rocca Maginolfo (e credo di Provenza ) si trova chiaramente esser venuto con molti compagni in servigio di quel Re. Ganselmotto era Viceré di Principato, e Terra Beneventane l'anno 1260. Rostaino fu Valletto e Familiare di Re Carlo, e Governatore di Regio, e Proveditor delle Castelle della Capitanata, e della Basilicata, e Adimiro, figliuolo d'Americo Cavaliere ebbe in Regno la concessione di Licinoso, di Canonico, e della Celenza. Ma di niuno di costoro se ritrova discendenza, solo di Dalmatio di Tarascone, o di Belcadro, e d'Alistasia del Balos sorella di Bertrando conte d'Avellino, e certo, che nacque Giovanni d'Acerno, il quale essendo ancor giovanetto fu mandato in Sicilia, e dato in man d'Aragonesi l'anno 1291, per ostaggio in cambio di Ramondo del Balzo primogenito del Conte Bertrando, e suo cugucullo, Tortorella, e Corsiaco.
Compre um documento heráldico sobre família Nacerno

Escudo da família: Nacerno

Brasão da família

D'azzurro ad una fascia d'oro sormontata a capo da tre stelle dello stesso.
Compre Escudo da família

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome