Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origen del apellido Narlati, país de origen: Italia

Nobleza: Nobili - Signori
Heráldica de la familia: Narlati
Corona de la nobleza Narlati
Non è maraviglia, se la famiglia abbia dilatato con le sue azzioni gloriose la fama per tutto l'Universo; poiche ella sorge da quel chiarissimo sangue de' Marchesi di Colle, oggi detti Borboni, Marchesi del Monte S.M. poscia che i suoi cadetti datisi all'arme, stromento, che á fatto risplendere, e risorgere le famiglie precipitate dalla povertà al colmo delle ricchezze; prova di ciò non si adduce; poiche fino ai tempi nostri si sono veduti esempi chiarissimi, sì in Francia, dove più, che in altro Regno vige la legge delle primogeniture; come ancora non pochi se ne vedono nella nostra Italia.... Continuará
Questa prosapia de' T. acquistò la Signoria di Casale; di cui s'intitolarono Signori, Rainerio, e Aldobrando detto Brando, figliuoli di quell'Ugone sopranominato Fulcherio, che fu figliuolo di Teuzone di Colle, i quali fecero acquisto de' Castelli, di Socj, di Buiano, e di S. Martino in Vado, o con l'arme, o con l'eredità, che si fosse, essendo tutta roba d'una medesima conforteria, con i Conti Guidi, come di sopra si è mostrato; e fatto un bello, e vasto dominio, fabricarono per sicurezza di esso la Fortezza di Pietramala inespugnabile appresso tutti gl'Istorici, da cui furono poi denominati Signori di Pietramala. Aldobrando detto Brando fu genitore di M. Guido, che fu padre di Bugatto di Bertramo, e Aldobrando, che generò poi M. Tarlato, Pier'Angelo, ed Ubertino, e Guido di Pier'Angelo di Bandino fu Abbate della Badia di S. Fiora d'Arezzo, che per antonomasia si chiama la Badia, come principali, e del primo ordine, si come ancora questa di Fiorenza. Tarlato fu Caval. della Republ. Aretina, che fu padre di Bertoldo d'Ubertino, e dell'altro Caval. Tarlato, quale si vede al Caleffo vecchio dell'Archivio di Siena, nella lega che si fece tra Senesi, e gli Aretini nel 1251, come anche Bertoldo. Il suddetto Cavalier Tarlato il secondo, da cui i suoi descendenti pigliarono il cognome de' T., fu padre del Cavalier Giovanni detto anche Vanni, di Tommaso detto Masgio, d'Ildebrandino, di Angelo, e del Cavalier Rodolfo. Ildebrandino fu padre di Gualterio, e questo di Caccia, d'Andreuccio, di Terio, di Guido, di Busco e di Binduccio padre di Meo, e Ceccarino fu figliuolo del sudd. Terio. Del Caval. Ridolfo sopradd. furono figliuoli Niccolò, Guido, Rigozzo, Federigo pare di Giovannio, e Pietro d. Piero Saccone, che generò Lucemburgo, e Marco.

Comprar un documento heráldico de Narlati

Escudo de la familia: Narlati

Blasòn de la familia

Di rosso al colombo di argento tenente nel becco un ramoscello di olivo del medesimo.
Comprar Escudo de la familia

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome