Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origen del apellido Nodelli, país de origen: Italia

Nobleza: Baroni
Heráldica de la familia: Nodelli
Corona de la nobleza Nodelli Questo casato di origine bergamasca, facente parte delle numerose famiglie emigrate nei secoli XV e XVI in tutta Italia da Lucatello, grossa borgata in quel di Bergamo, passò nel goriziano con un Andrea, che, nato circa il 1570 nel paese d'origine, risulta abitante nel 1639 a Gorizia nel borgo di S. Rocco. Dei figli di questo, Paolo, nato nel Bergamasco nel 1595, fu nobilitato dall'imperatore Leopoldo nel 1679 ai 21 di aprile, e diede origine ad un ramo della famiglia, che si spense con un Giuseppe Cristiano ai primi del secolo passato; Domenico, nato pure a Lucatello nel 1597, propagò... Continuará

nel Goriziano il ramo che ancora vi fiorisce. Gio Battista, figlio di questo, fu nobilitato assieme allo zio Paolo col citato diploma ed il fratello suo Pietro Antonio, cittadino e mercante in Lubiana, ottenne eguale diploma dall'imper. Leopoldo I in data 1688 addì 2 dic. Lo stesso nel 1698 fu ascritto alla nobiltà della Corniola e nel 1700 a quella della Carintia. Dal terzo fratello, di nome Agostino, medico fisico, nacque nel 1685 Carlo Agostino, pure medico, il quale fornito di ingenti ricchezze, fece forti prestiti all'erario e, fondò un vescovato in Gorizia, dotandolo generosamente. Per le quali benemerenze ottenne dall'imper. Carlo VI nel 1734 la nobiltà, e dalla imperatrice Maria Teresa, con diploma 12 marzo 1749, il titolo di barone dell'impero col predicato di Fahnenfeld. Nel 1744 fu aggregato al patriziato di Gorizia. In grazia alla fondazioni di Carlo Agostino spetta tuttora ai suoi discendenti il diritto di giuspatronato della prepositura del Duomo Goriziano. Questa famiglia fu investita in epoche diverse anche dei predicati di Codellisberg e Sterngreif ed ebbe il dominio di Thurn, Langenwald e Mossau. I fratelli Giovanni e Pietro, figli del capostipite Andrea caddero acombattendosotto Norimberga nell'anno 1632 addì 11 di settembre. Ed un terzo figlio, Lorenzo, morì nella battaglia di Lutzow nello stesso muro nello stesso anno ai 16 di novembre, mentre stava per conquistare la bandiera del re di Svezia. Antonio (morto 1832) fu capitano di Adelsberg; altro Antonio (morto 1833) fu capitano provinciale della Carintia; Pietro Antonio (morto 1822) preposto mitrato della Metropolitana di Gorizia scrisse una storia della sua famiglia che andò perduta e nel 1783 diede alledell'ordine di Malta e venne riconosciuta nei suoi titoli con D. P. 19 dicembre 1897 e 3 luglio 1921.


Comprar un documento heráldico de Nodelli

Escudo de la familia: Nodelli

Blasòn de la familia

Inquartato: al primo e d'oro al braccio armato al naturale, tenente con la mano di carnagione una bandiera di rosso bifida, posta in sbarra, svolazzante a destra; al secondo e terzo d'azzurro, al monte di verde, di tre cime sostenente una piramide di tre palle di cannone, sormontate da tre stelle d'argento, male ordinate. Sul tutto, d'argento alla civetta al naturale e coronata d'oro, sostenuta da un monte di verde di tre cime.
Comprar Escudo de la familia

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome