Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origen del apellido Pappacodo, país de origen: Italia

Nobleza: Nobili
Heráldica de la familia: Pappacodo
Corona de la nobleza Pappacodo Fu una delle sei famiglie dette Aquarie per aver fondato l'Estaurata di S. Pietro a Fusariello. Si diramò in Ischia, ove ai tempi di Carlo I d'Angiò teneva, colla famiglia Cossa, una galera in servizio dello Stato. Ha goduto nobiltà in Napoli al saggio di Porto ed in Ischia, ed à vestito l'abito del S. M. O. Gerosolimitano nel 1496. Ha posseduto ben 30 feudi, 4 contee, 5 marchesati, il ducato di Termoli ed i principati di Bitetto, Centola e Triggiano. Alfonso ammiraglio di Carlo I d'Angiò; Artusio gran siniscalco di re Ladislao e suo consigliere, ed uno dei favoriti... Continuará

della regina Giovanna II, edificò la chiesa di S. Giovanni Evangelista presso San Giovanni Maggiore e la cappella di S. Nicolò dei Papacoda; Baldassarre cavallerizzo maggiore di re Ferdinando I d'Aragona. Questa casa à dato alla chiesa di Tropea tre vescovi nelle persone di Sigismondo, il quale essendo stato eletto Cardianle da Clemente VII, rifiutò la porpora per non abbandonare la sua diocesi; Giovanni-Antonio e Girolamo. Un Angelo Pappacoda era Vescovo di Martorano nel 1537. Il ramo dei Pappacoda principi di Centola e marchesi di Pisciotta e estinse nel 1773 in Giuseppe che fu reggente della gran corte della vicaria e fece parte delle reggenza nominata durante la minorità di Ferdinando IV di Borbone; ed il ramo dei principi di Triggiano e marchesi di Capurso si estinse in Anna sposata a Giambattista Flomarino principe della Rocca.


Comprar un documento heráldico de Pappacodo

Escudo de la familia: Pappacodo

Blasòn de la familia

Di azzurro al pino terrazzato di verde e accostato da due cavalli (uno per parte) rampanti d'argento, e accompagnati in capo da tre gigli d'oro.
Fonte: "Enciclopedia Storico-Nobiliare Italiana di V. SPRETI",Vol. II pag. 20 .
Comprar Escudo de la familia

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome