Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origem do sobrenome Parlasco, país de origem: Italia

Nobreza: Nobili
Heráldica da família: Parlasco
Coroa de nobreza Parlasco I C., famiglia consolare nominata pure Carlasio, Garlasso, Garlassolo, assunsero il cognome dalla omonima località di cui erano i Signori ivi alternando con Tortona la loro residenza: località situata in zona montagnosa tra Mondondone e Nazzano ed i torrenti Staffora e Schizzola entrambi affluenti del Po. Richiamandoci ad alcuni rilievi sugli antichi nuclei famigliari del Tortonese che per gli uffici di cui erano investiti ebbero la ventura di costituire - come i più idonei - il primo governo comunale autonomo sul finire dell'XI sec., Ferdinando Gabotto, pur non affermandolo categoricamente, opina che i C. , come gli Avolasca... Continuae gli Ossona, signori di luoghi alle porte di Tortona, fossero consanguinei di Ingone di Tramontana figlio di Gaidaldo conte d'Acqui nel 991 (Tortona nell'età del Comune, 90). Le notizie più remote che ci fu dato reperire risalgono tuttavia agli inizi del XII secolo. Trascorsi pochi decenni di autonomia comunale, Tortona volle nel 1122 sottrarsi definitivamente all'autorità imperiale seguendo l'esempio di altre città prima fra tutte Milano alla quale non tardò allearsi sapendola anch'essa nemica dei pavesi. Le casate più illustri e potenti del Tortonese, tra cui quella dei C. , costituirono il "Comune Signorile di Tortona" consolidando l'ordinamento delle magistrature e relativi poteri giurisdizionali; da ciò l'attributo onorifico di "De Civitate Terdona" ai membri di dette casate (Guasco di Bisio, Diz. Feud., 1667). Nello stesso anno Alberto C. è teste in atto del 30 agosto con il quale il vescovo di Tortona cede ai consoli del Comune il "Monte degli Arimanni" con relativo castello, detto poi Serravalle; altro teste in un istrumento dell'11 agosto 1127 con cui il prevosto della Chiesa di Tortona accensa beni ai fratelli Sapio è Gionata di C. Primo console della famiglia è Mastino che nel 1129 con il collega Gianotus Butinus, alla richiesta dei Cremonesi che chiedevano aiuti al fine di sottomettere la città di Crema ad essi ribellatasi, rispondeva negativamente riaffermando di volersi attenere ad una rigorosa neutralità; il 26 marzo 1132 i consoli di Tortona, tra cui Pietro il Vecchio di C. - secondo console del casato - investono Oberto Scopelli ed Anselmo Bussinello di un manso alla Frascheta; alla presenza del vescovo, di religiosino testi il già menzionato Gionata ed Incheso.
Compre um documento heráldico sobre família Parlasco

Escudo da família: Parlasco

Brasão da família

Di rosso al castello di tre torri d'argento.
Compre Escudo da família

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome