Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origen del apellido Parni, país de origen: Italia

Nobleza: Conti
Heráldica de la familia: Parni
Corona de la nobleza Parni
Famiglia nobile di Lodi che, emula dei Sommariva, tenne il primo posto in quel patriziato e spesso ebbe l'onore di ospitare i sovrani ed i principi, che passavano per la città nel loro palazzo, opera egregia del Sartorio. In questo edificio nel 1702 veniva tenuto un consiglio di guerra alla presenza del principe di Vaudemont, governatore di Milano; quattro anni dopo questa famiglia alloggiava il duca Savoia e nel 1711 l'imperatore Carlo VI. Fra i personaggi di questa casata degni di nota si annovera Giorgio, vescovo di Piacenza e Giovanni Battista (1677-1754), governatore di Narni, d'Orvieto e di Jesi, indi... Continuará
arcivescovo titolare di Edessa, nunzio presso gli svizzeri e poi cardinale, morto in qualità di legato pontificio a Ferrara, ove, lui vivente, venne eretto un monumento per eternare il saggio suo governo. Il nipote suo Antonio, che nel 1755 in occasione della riforma del ceto decurionale assai diminuito per l'estinzione, l'assenza e l'incapacità di molte nobili famiglie, fu fra i nuovi decurioni scelti da Maria Teresa. Questi, rimasto erede del marchese Giovanni Corrado de Oliviera, presidente del Senato, aggiungeva al proprio il cognome Corrado e con ordinanza 23 marzo 1787 del Consiglio di Governo otteneva la registrazione del suo stemma gentilizio nel Codice Araldico. I Parni, ascritti al Collegio dei Nobili Giurisperiti fin dal 1529, nel 1533 erano stati ammessi fra le famiglie decurionali e per diploma 24 dicembre 1697 ottenevano il titolo comitale con trasmissione primogeniale maschile, che veniva appoggiato al feudo di Roncadello, di cui era stato investito con istrumento 9 luglio 1647 rog. Carlo Montano, notaio camerale. Il figlio del predetto Antonio, Giovanni (nato nel 1779), I. R. Ciambellano, veniva confermato nell'antica nobiltà e nel titolo con sovrana risoluzione 10 aprile 1816. I Parni vestirono l'abito di Malta con Giuseppe Maria ricevuto nel 1724 ed è ascritta nell'Elenco Ufficiale coi titoli di "Nobile patrizio di Lodi" per m., e di "Conte di Roncatello" per mpr. e col trattamento di Don e Donna.
Comprar un documento heráldico de Parni

Escudo de la familia: Parni

Escudo de la familia Parni

Blasòn de la familia

Comprar Escudo de la familia

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome