Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origem do sobrenome Pellizzi, país de origem: Italia

Nobreza: Conti - Nobili
Heráldica da família: Pellizzi
Coroa de nobreza Pellizzi
La famiglia, anticamente detta dei Pellicciari, è di origine ferrarese. Il primo di cui abbiasi sicura notizia è Lorenzo al quale, nel 1177, furono affidati dal Comune di Firenze degli importanti incarichi. Menabue (1230), fu giudice e ambasciatore; Bartolo (1240), divenne membro del Consiglio e Fiduciario del Comune; Bartolomeo notaro e referendario di Casa d'Este; Giacomo giudice del Comune; cortigiano e favorito di Alberto d'Este, mutò il cognome in Pellizzi, ed ebbe due figli, Iacopo e Guglielmo. Da Iacopo discende il ramo di Firenze (estintosi nella metà del sec. XIX con il conte Carlo ), e da Guglielmo discende il... Continua
ramo di Ferrara. Il suddetto Iacopo fu segretario e ambasciatore del marchese Niccolò III d'Este, che gli donò molte terre, la giurisdizione di Serravalle con undici castelli e il titolo di conte. In ricompensa dei grandi servizi resi ai Fiorentini, fu onorato del titolo di Benemerito del loro Comune e gli furono concessi esenzioni e privilegi straordinari, e inoltre fu creato dall'imperatore Sigismondo, Conte del Sacro Romano Impero. Guglielmo fu cortigiano e referendario del duca Borso, Antonio, insigne medico del sec. XV, venne da Ercole I nominato suo archiatra, Giovambattista, tesoriere dello stesso duca, fu ambasciatore presso l'arciduca Carlo a Bruxelles, Arrigo VII re di Inghilterra e Luigi XII re di Francia, poi divenne consigliere di Alfonso I che lo fece capitano dei balestrieri dello stesso Duca e, nel 1509, nella guerra contro la Repubblica di Venezia, si segnalò con la presa di Este e Monselice e con la cattura di alcune navi tolte al nemico. Girolamo fu castellano di Alfonso I e tesoriere di Ercole II; Scipione cameriere segreto, maestro di camera e capitano della Guardia Svizzera e Tedesca sotto Alfonso II, poi due volte Giudice dei Savi, e venne investito dallo stesso Duca Alfonso II del feudo e titolo di Cote di Tricario insieme ai fratelli; Girolamo fu prima ambasciatore del pontefice Gregorio XIII, indi del Re Enrico III di Francia che lo nominò suo Gentiluomo e Cameriere d'Onore ed infine fu ambasciatore del Duca Alfonso II al papa Clemente VIII ove rimase diversi anni con l'incarico di preparare la successione di Cesare d'Este al ducato di Ferrara, e dopo nominato ambasciatore ordinario a Roma, erra in Romagna.

Compre um documento heráldico sobre família Pellizzi

Escudo da família: Pellizzi

Brasão da família

D'argento a tre bande di nero; col capo d'oro carico di un'aquila coronata di nero.
Compre Escudo da família

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome