Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Perracino, provenienza: Italia

Titolo: Cavalieri
Araldica della famiglia: Perracino
Corona nobiliare Perracino
Famiglia originaria della Sardegna di antica e nobile tradizione propagatasi, nel corso dei secoli, in diverse regioni d'Italia. La famiglia è compresa tra le nobili di detta terra, come risulta dai tratti genealogici conservati presso le biblioteche raccolte nel nobiliario sardo, opera che raccoglie gran parte delle famiglie nobili di Sardegna, ivi compresi gli stemmari appartenute a quelle famiglie che risiedevano in quelle città. Risulta esser questa una famiglia cagliaritana, che ottenne il cavalierato ereditario e la nobiltà nel 1824 con un Pietro, ufficiale dell'esercito. La presenza dell'arma e del motto nella bibliografia documentata della famiglia Perracino ci conferma l'avita... Continua
nobiltà raggiunta dalla casata. Infatti l'origine del motto risale a circa il XIV secolo e deve essere ricercata in quei detti arguti che venivano scritti sui vessilli o bandiere dei cavalieri, esposti alle finestre delle locande in cui questi alloggiavano, in occasione dei tornei, e durante i tornei stessi. Il motto era un pensiero espresso in poche parole facente allusione a un sentimento palese o nascosto, a una qualità, a un ricordo storico, per stimolo al coraggio o onore. Era scelta dal capo della famiglia, dal cavaliere entrante in lizza o data dal sovrano al proprio uomo ligio. Motto della famiglia. Crescit in aduersis virtus, o crescit sub podere virtus.
Compra un documento araldico su Perracino

Stemma della famiglia: Perracino

Blasone della famiglia

Di rosso al leone d'oro.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook