Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origen del apellido Perughi, país de origen: Italia

Nobleza: Patrizi
Heráldica de la familia: Perughi
Corona de la nobleza Perughi
Di questa illustre famiglia parlano a lungo gli storici forlivesi, che menzionano nel 1454 un Giovanni, di ser Ugo, sostenitore degli Oderlaffi, capo delle milizie di Pino III e, insieme ad altri ragguardevoli cittadini, membro del consiglio a reggimento del suo principato, nell'infanzia del figlio Tebaldo, lasciato sotto l'autorevole protezione di Sisto IV e di Ferdinando d'Aragona, re di Napoli, per maggiormente assicurarlo nell'ereditario dominio; un Francesco, partigiano del Rangoni e contrario al Riario, allora signore di Forlì; un Bartolomeo, custode di Caterina Sforza; Bernardino, dottore di leggi, ambasciatore per i Forlivesi a Papa Giulio II e poi pretore di... Continuará
Ravenna nel 1502. Nel 1547 la città di Forlì fu divisa dalle fazioni dei Numaj e dei Perughi. Si sollevarono gli uni e gli altri nel mese di giugno, venendo ferito il cav. Luffo Numaj, da Bartolomeo; il Numaj ebbe salva la vita perchè si rifugiò in casa Aleotti. Lo stesso Bartolomeo, figlio di Girolamo, per le sue virtù militari salì al grado di colonnello, e fu creato conte e cavaliere aurato da Giovanni, cardinale ostiense, con la autorità di Clemente VII, con diploma del 10 luglio 1551. Ghinolfo, di Ugo, fu creato con facoltà di crear dottori l'8 luglio 1535; militò sotto la bandiera di Santa Chiesa e di Casa d'Austria e fu capo in patria della fazione dei Guelfi. Morì nel 1573. Ghinolfo, di Tommaso e di Laura, dei conti Malatesta, fu creato conte nel 1502. I Perughi l'11 marzo 1580 ospitarono nel proprio palazzo S. A. Imp. Margherita, figlia di Carlo V. vantarono i Perughi: Annibale (1607), arcivescovo di Siponto; Tommaso, capitano della Repubblica Veneta, la quale a lui affidò la piazza di Sebenigo nella Dalmazia e che gli difese valorosamente dai Turchi. Fu colonnello della Sabina, governatore delle armi nello stato di Avignone; morì nel 1556; Giovanni seguì nei Paesi Bassi l'insegna della Corona di Francia col grado di tenente colonnello e Innocenzo XII gli conferì la ragguardevole castellania di Civitavecchia. Il ramo principale di questa famiglia si è estinto nel 1880 con Giovanni, cavaliere di S. Stefano; oggi è superstite il ramo che discende in linea retta da Giulio, che nel 1761 era consigliere nobile di Forlì; questi fu padre di Ugo, che da Maddalena Gratti Volta ebbe Aghinulfo.

Comprar un documento heráldico de Perughi

Escudo de la familia: Perughi

Blasòn de la familia

D'oro alla banda d'azzurro, caricata da tre rose d'argento, accompagnate in capo da un aquila coronata di nero ed in punta da un orso passante di nero.
Comprar Escudo de la familia

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook