Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origem do sobrenome Picotto, país de origem: Italia

Nobreza: Baroni - Conti - Duchi - Nobili
Heráldica da família: Picotto
Coroa de nobreza Picotto Di antichissima e nobile origine francese, venuta nel regno di Napoli ai primi tempi della dominazione angiona, dove Guido ebbe le contee di Nola ed Avellino, e suo fratello Giovanni, quella di Gerace. Passò per giustizia nell'Ordine di Malta nel 1620 ed in Priorato nel 1711, in persona del cav. Bernardino, avendone fatta la prova da Guidone primo stipite nel 1306. Fu decorata del titolo di duca di Laurito per diretta investitura del 1644, di marchese di S. Giuliano per successione Ramirez de Montalto con anzianità del 1614, e di conte di Squillace dal 1734, e venne iscritta al Libro... Continuad'Oro napoletano. Altro ramo. Antica e celebre famiglia originaria di Ugo, figlio di Manfredi, al quale la famosa Contessa Matilde, per ricompensare gli eminenti servigi, fece dono della corte di Quarantola e del castello della Mirandola. Da Pico, o Piso, dei figli di Manfredi, che nel 1134 era podestà di Reggio, trasse il proprio cognome questa famiglia, che in principio del XIV secolo fu riconosciuta signoria della Mirandola. Francesco nel 1311 essendo stato spedito a Brescia in qualità di ambasciatore ad Enrico VII imperatore, a fine di prestargli omaggio in nome della città di Modena, ottenne da quel monaco il titolo di vicario dell'impero nel Modenese e l'investitura di Quarantola, Mirandola e loro dipendenti. Paolo fu podestà di Verona, dove morì nel 1355. I suoi figli e quelli di Nicola ottennero dall'Imperatore Carlo IV nuova investitura di Quarantola e Mirandola, la quale, benchè fosse a tutti comune, pure la proprietà della Mirandola rimase ai soli discendenti di Paolo. Giovan-Francesco militò sotto le bandiere di Sigismondo Malatesta, ed ebbe fama di capitano insigne. Fortificò la rocca detta Mirandola cingendola di solidissime mura, e nel 1468 ottenne da Bertrando Vescovo di Reggio il feudo di San Martino in Spin. Galeotto, figlio e successore di Giovan-Francesco, durò nella signoria fino al 1499. Giovanni, fratello del precedente, uomo dottissimo, fu denominato la Fenice dei letterati. A Galeotto successe Gian-Francesco, il quale fu ucciso a tradimento, insieme al figlio Alberto, da Galeazzo II suo nipote nel 1533. Federico, figlio di Galeazzo, ne ereditò lo stato e s'intitolò principe della Mirandola e marchese di Concordia. Morto nel 1602 senza figli, gli succesria, ultimo duca, al quale nel 1711 furono tolti tutti gli stati dall'Imperatore che li vendettero al Duca di Modena accordando allo spossessato principe, che morì in Ispagna senza figli, un assegno di sole 3000 doppie.
Compre um documento heráldico sobre família Picotto

Escudo da família: Picotto

Brasão da família

Di rosso al leone d'oro tenente con la branca destra uno scudetto d'ermellino.
Compre Escudo da família

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome