Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origem do sobrenome Pirro, país de origem: Italia

Nobreza: Nobili - Baroni - Marchesi - Visconti
Heráldica da família: Pirro
Coroa de nobreza Pirro
Antica ed assai nobile famiglia calabrese, con residenza principale in Nocara ed in Corigliano Calabro, di chiara ed avita virtù, propagatasi, nel corso dei secoli, in diverse regioni d'Italia. L'origine di tal cognominizzazione, al dir di autorevoli genealogisti, andrebbe ricercata nel nome romano "Pyrrhus", appartenuto, probabilmente, ad un, oggi ignoto, capostipite. Inoltre, secondo quanto ci viene tramandato, il casato discende dalla nobilissima famiglia spagnola dei Pirron, la cui nobiltà è testimoniata dalla loro presenza nell'archivio della "Reales Chancillería de Valladolid y Granada", con cui condividono l'arme. La famiglia Pirro, infatti, e specificatamente il ramo, tutt'ora fiorente, di Corigliano Calabro, è... Continua
conosciuta anche con il soprannome di "Pispagnuolo", chiaro riferimento alle origini familiari. Inoltre, la famiglia Pirro, nel dispiegarsi dei lustri, è sempre riuscita a produrre una serie di uomini che hanno reso illustre il suo nome, nei pubblici impieghi, nelle professioni liberali ed ecclesiastiche e nel servizio militare. Fra questi, senza nulla levar al valore degli omessi, contasi: Pietro, milite assai perito, distintosi nella guerra d'Otranto del 1481; Alfredo, proprietario terriero cosentino, fiorente nel 1512; Agostino, milite, distintosi nella difesa di Malta contro i Turchi, nel 1565; Luigi Maria, dottore in l'una e l'altra legge, vivente nel cosentino, nel 1571; Filippo, maestro di campo, fiorente nel 1595; Antonio maria, proprietario terriero nel cosentino, vivente nel 1599; Luigi Maria, dottore in "utroque jure", vivente in Cosenza, nel 1613; Alfredo Maria, protomedico alla Corte Napoletana, vivente nel 1632; Pietro, il quale servì il re di Spagna durante la rivolta di Masaniello del 1647; D. Leone, canonico e commissario apostolico, fiorente in Cosenza, nel 1674; Luigi, proprietario terriero nel cosentino, fiorente nel 1712; Antonino, notaio in Cosenza, fiorente nel 1713; P. Alessandro, dell'Ordine dei Minori Riformati, fiorente nel 1792. Da una analisi cromatica e simbolica dello stemma, possiamo, infine, ricavare alcune importanti informazioni sulle virtù associate a tal cognome. Il rosso, richiamandosi al sangue versato in battaglia, rappresenta il valore, l'audacia, la nobiltà ed il dominio; la ninfea, qui rappresentata nella variante di foglia di ninfea, simboleggia la purezze d'animo; l'oro, il più nobile dei metalli, è simbolo di ricchezza, comando, potenza; l'azzurro essendo il colore del cielo, rappresenta la gloria, la virtù e la fermezza incorruttibile. Altra famiglia. Antica ed illustre famiglia di origine greca, detta Pirro o (de) Piro, la quale si trova stabilita nell'isola di Rodi fin dal XIV secolo, ove possedeva molti latifondi e sosteneva le più cospicue cariche. Caduta quell'isola in potere dei Turchi, la famiglia volle seguire la fortuna dell'ordine Gerosolimitano, che era stato costretto ad abbandonarla, e si stabilì successivamente in Candia, in Messina, in Cosenza, in Viterbo ed in altre città dell'italica penisola. Quando però l'ordine passò a Malta, nel 1530, Cosimo P. trapiantò quivi la propria famiglia. Lo stesso venne nominato al supremo comando degli arsenali e cantieri dell'ordine, carica che passò poi al di lui figlio Paolo. Da questo nacque Lorenzo-Ubaldesco, esimio giureconsulto, e uditore di parecchi Gran Maestri. Giovanni Pio, figlio del, precedente, dal Gran Maestro Perettos, fu creato barone di Budac il 23 aprile 1716, e, dal Re Carlo VI, nominato segreto regio a Siracusa nel 1726, e da Filippo V di Spagna decorato, nel 1742, del titolo di visconte di Cartlez, e poi di quello di marchese del regno di Castiglia. Non sappiamo se vi sia una parentela tra la famiglia P. di origine greca e quella di origine spagnola. Possiamo comunque ipotizzare che esse abbiano avuto qualche contatto, avendo dimorato entrambe nel Meridione d'Italia. I cognomi di cotal risonanza, senza dubbio alcuno, rendono decoro non solo alle famiglie ma anche alle città che li hanno accolti; pare siano, infatti,

Compre um documento heráldico sobre família Pirro

Escudo da família: Pirro

Escudo da família Pirro

1 Brasão da família Pirro

Di rosso alla foglia di ninfea d'oro, colla bordura d'azzurro.

Compre Escudo da família

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome