Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origem do sobrenome Pizzanti, país de origem: Italia

Nobreza: Nobili - Cavalieri
Heráldica da família: Pizzanti
Coroa de nobreza Pizzanti Antico casato lombardo, il quale ha dato alla patria ben cinque decurioni, dei quali, il primo, fu Giovannino, nel 1336, e, l'ultimo, fu Girolamo, nel 1420. La famiglia, sin dal XV secolo, ebbe dimora in Cremona, ottenendo, nel detto secolo, la concessione del titolo di nobile. Nel tardo XV secolo, un ramo dei Pizzanti passò a nel Regno di Napoli, ponendo la propria residenza nel nolano. Inoltre, al dir di illustri genealogisti, verosimilmente, fregiato del cavalierato, in seguito alla partecipazione, sotto i vessilli aragonesi, connotata da coraggio e virtù, di un Carlo Pizzanti alla guerra d'Otranto, del 1481, contro gli... Continuaottomani. Ma, d'altronde, la famiglia, sempre, riuscì a distinguersi, grazie agli elevati personaggi, a cui diede i natali. Tra questi, ricordiamo: Carlo Maria, cameriere della regina Giovanna II; Michelangelo, dottore in l'una e l'altra legge, vivente in Napoli, nel 1521; Nicola, "avvocato dei poveri", vivente in Nola, nel 1545; Orazio, distintosi nella difesa di Malta contro i Turchi, nel 1565; Arrigo, maestro giurato in Bari, vivente nel 1573; Giorgio, maestro di campo, vivente in Barletta, nel 1561; dott. Alfonso, Regio Notaio, vivente in Napoli, nel 1598; Carlo Maria, protomedico alla corte di Napoli, vivente nel 1598; D. Emilio, di Nola, canonico, teologo e commissario apostolico, vivente nel 1611; Alessandro, dottore in Sacra Teologia, vivente in Nola, nel 1621; Cav. Giacomo, chiaro giureconsulto e saggista nolano, vivente nel 1686; Giuseppe, notaio, vivente in Napoli, nel 1715; Pietro, ingegnere ed esperto in scienze naturali, vivente in Napoli, nel 1734; Riccardo, notaio, vivente in Nola, nel 1767; Mattia, medico chirurgo, socio di varie accademie, vivente in Andria, nel 1722; Bartolomeo, familiare di re Ferdinando I di Borbone; D. Pasquale, Canonico e Pronotario Apostolico, vivente in Trani, nel 1782; Camillo, alfiere del "9° Reggimento fanteria di Linea Puglia", il quale, con onore, partecipò alla difesa del Regno delle Due Sicilie, nel 1860; Salvatore, alfiere dell' "11 Reggimento Cacciatori", presente alla battaglia del Volturno il 1 ottobre 1860. I cognomi così antichi, senza dubbio alcuno, rendono decoro non solo alle famiglie ma anche alle città che li hanno accolti; pare siano, infatti, molto riguardevoli i soggetti viventi di questa famiglia che, con tanto decoro, sostentano questo nobile cognome, che ha avuto vari soggetti illustri.
Compre um documento heráldico sobre família Pizzanti

Escudo da família: Pizzanti

Brasão da família

D'argento, alla fascia d'azzurro accompagnata in capo da tre stelle dello stesso, e in punta da due teste di moro affrontate e attortigliate del campo.
Pizza o Pizzarullo. Fonte: Archivio Storico di Heraldrys Institute of Rome.
Compre Escudo da família

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome