Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Platoni, provenienza: Italia

Titolo: Marchesi
Araldica della famiglia: Platoni
Corona nobiliare Platoni La tradizione vuole che Giuseppe Guido venisse di Francia al principio del secolo XV e che nel 1406 ponesse sua stabile dimora Urbino. Essendo egli di nobile famiglia, dovizioso e dotto fu ascritto subito a quella nobiltà, anzi poco dopo ottenne anche quella della città di Pergola. Con il tempo la famiglia quì definitivamente si trasportò. Sebastiano suo pronipote nel 1589 sposò Fulvia Brandi ultima di nobilissima famiglia urbinate, che ebbe quel Francesco che fu arcivescovo di Bordeaux in Francia, e quindi fatto cardinale dal papa Innocenzo VII, detta Fulvia era nepote e fu erede del detto cardinale il... Continua

quale volle che i discendenti di Sebastiano Latoni e Fulvia Brandi si chiamassero d'allora in poi Brandi unendone anche lo stemma. Il che avvenne, autorizzato anche con bolla del Sovrano Pontefice. I suoi discendenti ricoprono tutte le massime cariche civiche solite ad essere ricoperte da soli nobili, tanto in Urbino che in Pergola. Tra questi sono da ricordare. Francesco che nel 1704 ai 29 aprile entrò a far parte del Gran Consiglio dei 40 di Urbino. Egli sposò in seconde nozze Giovanna Blasi nobile di Pergola e patrizia di Perugia e nipote del cardinal Blasi. Pietro e Nicola fratelli, sacerdoti entrambi. Orazio di Francesco ottenne da Clemente XIV con Bolla del 12 giugno 1770 il titolo di marchese del Lanaro per sè e discendenti. Ebbe due mogli: dalla prima Caterina nob. Confalonieri di Recanati ebbe un'unica figlia Anna Maria (n. 27 giugno 1745) che andò sposa a Pietro nob. de Grandis di Monsanvito; dalla seconda Aurelia Battelli ebbe ben 10 figli, fra cui il primogenito Francesco (n. 12 marzo 1751 e dec. 4 agosto 1807) fu quegli che seguitò l'illustre e nobile famiglia dei Marchesi Latoni-Brandi del Lanaro. Suo figlio Luigi fu III Marchese del Lanaro; sposò egli la contessa Maddalena di Montevecchio (sorella del famoso generale Rodolfo morto da eroe alla Cernaia in Crimea nel 1855). Da questo matrimonio vennero otto figli, fa cui: Francesco (1821-1882) che fu IV Marchese del Lanaro e vescovo di Senigallia; Orazio (1823-1888) che fu V Marchese del Lanaro, presidente del Tribunale di Macerata. Ebbe egli da sua moglie Michelina Lombardi di Pergola, una figlia: Maddalena (n. 12 giugno 1864) che il 2 agosto 1883 andò spsa al N. U. prof. Emanuelel Ginevri Bl. 6 novembre 1899) che fu il VII ed ultimo Marchese del Lanaro e con cui si estinse la linea maschile di questa nobile famiglia dei Marchesi Latoni Brandi del Lanaro; e Agnese (n.


Compra un documento araldico su Platoni

Stemma della famiglia: Platoni

Blasone della famiglia

Troncato: nel primo di azzurro al crescente di argento (Latoni); al secondo di rosso al monte di verde di tre cime uscente dalla punta, accompagnata in capo da un destrocherio vestito di corazza di argento uscente dal lato sinistro dello scudo e impugnante una spada di argento posta in palo, (Brandi); con lo scaglione di argento sulla partitura.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook