Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origem do sobrenome Podestà, país de origem: Italia

Nobreza: Baroni - Cavalieri - Nobili
Heráldica da família: Podestà
Coroa de nobreza Podestà Sono i Podestà originari di Chiavari, come dice il Della Cella: nel 1528 fu ascritto alla nobiltà nell'Albergo Fornari, Leonardo, del quale presto si estinse la discendenza. Continuarono e continuano in oggi altri rami in distinta posizione: ricordiamo monsignore Vincenzo, arciprete di Sestri Levante, delicatissimo poeta. Il ramo di cui ci occupiamo, al quale appartenne un Antonio, prevosto di N.S. delle Vigne, poi vescovo di Saluzzo, carissimo al re Carlo Alberto, discende da Andrea, marito di Maria Celle, il quale fu direttore della Zecca. Il primogenito, dedicatosi fin dall'adolescenza alla carriera delle armi, come ricorda la sua lapide funeraria nella... ContinuaChiesa della SS. Concezione dei Cappuccini, studiò nel Collegio militare, prese parte alla spedizione di Dalmazia sotto il maresciallo Marmont, fu chiarissimo a Murat re di Napoli, comandante del Genio militare. Caduto l'impero Napoleonico passò nell'esercito Ligure-Piemonte dirigendo la costruzione di fortezze, l'apertura di strade, specialmente di quelle da Genova a Luni e a Genova a Pontedecimo. Giunto ai più alti gradi nell'esercito, si ritirò a vita privata succedendo al padre nella direzione della zecca; fu decurione ed edile, cavaliere mauriziano e della Corona Ferrea, fu creato barone (mpr.) da Carlo Alberto con Motu Proprio del 1847. Sposò Luigia Casanova. Andrea, suo figlio (n. 26 maggio 1832, dec. 4 marzo 1895), si laureò in giurisprudenza. Nel 1863 entrò per la prima volta a far parte della Giunta municipale di Genova in qualità di assessore ai Lavori Pubblici; fu sindaco di Genova dal 1866 al 1874, dal 1882 al 1887 e dal 1892 all'epoca della sua morte, deputato al Parlamento nazionale dal 1867 al 1883; senatore del Regno dal 1883; presidente del Consiglio provinciale dal 1870 ai giorno della sua morte; gran cordone degli Ordini mauriziano e della Corona d'Italia, commendatore della Legion d'Onore, dell'Ordine di Isabella la Cattolica della Corona di Prussia, del SS. Salvatore di Grecia, del Cristo di Portogallo, di S. Carlo di Monaco; medaglia d'oro dei benemeriti della salute pubblica per l'opera prestata nelle invasioni coleriche del 1884 e 1886; cittadino onorario di Venezia. A lui si deve la rinnovazione edilizia dei Genova, intrapresa con grandiosa previsione del futuro. Ideò e presiedette ambasciatore scienziato, artisti e radunando nel porto le flotte di tutte le nazioni marinare del mondo. Lo stemma della famiglia Podestà è: D'azzurro all'albero sostenuto da 2 leoncini cotrorampanti d'oro e nodrito sulla pianura erbosa, il tutto al naturale, accostato da 2 colonne toscane fondate sulla pianura.
Compre um documento heráldico sobre família Podestà

Escudo da família: Podestà

Escudo da família Podestà

1 Brasão da família Podestà

D'azzurro all'albero sostenuto da 2 leoncini controrampanti d'oro e nodrito sulla pianura erbosa, il tutto al naturale, accostato da 2 colonne toscane fondate sulla pianura.

Compre Escudo da família

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome