Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origem do sobrenome Pressello, país de origem: Italia

Nobreza: Conti
Heráldica da família: Pressello
Coroa de nobreza Pressello Famiglia originaria dell'Umbria, fin dal 1300 abitante le proprie terre di Cesi. Le memorie documentali risalgono a Giovanni, capitano in Roma, e a Battista, dottore e letterato, nato nella prima metà del secolo XIV. Prospero, di Cesare, di Vittorio, di Mattia, di Battista, e di Anna Spada, figlia di Onorio Spada, creato conte dall'imperatore Carlo V nel 1533, dottore e diplomatico, riceveva da Ferdinando II imperatore, con chirografo segnato in Vienna il 24 marzo 1554, il titolo di conte palatino trasmissibile ai discendenti legittimi e naturali di ambo i sessi per continuata linea retta mascolina. Dopo aver trattato importanti affari... Continua

per incarico del pontefice urbano VIII e del cardinale Francesco Barberini, e dopo aver seduto nei tribunali di Roma e di Bologna, fu luogotenente generale del cardinale legato a latere in Perugia. Il 30 giugno 1644, dieci anni dopo aver ottenuto la nobiltà imperiale, riceveva dai Consoli della Mercanzia, dagli uditori del Cambio e dai Camerlenghi dei Collegi delle arti, insieme adunati, la nobiltà perugina con ogni onore e privilegio Moriva il 2 marzo 1660. Domenico (1647-1702) sposava Anna De Donati e il figlio Cesare Francesco, raccoglitore e intenditore di opere d'arte, scrisse di agricoltura e di caccia. Il figlio Prospero, giurista, fu accolto nel patriziato di Spoleto nel 1807. I membri di questa famiglia furono sempre chiamati alle pubbliche cariche amministrative e capitani, dottori, magistrati e prelati si successero numerosi così Domenico (1700) fece parte dell'arcadia e di altre Accademie, e in Ferrara ebbe il comando della truppe pontefice; Francesco fu magistrato in Roma e in Ancona; Giovanni (1803) fu vicario generale a Norcia, a Faenza, a Terni, canonico e vicario generale nella Cattedrale di Perugia, scrisse di eloquenza e di filosofia. Cesare (1784) sposava Maria Anna, discendente ultima dell'antica e nobile famiglia Colonnese di Spoleto. Dal 1807 venne portato., con quello di Pressio, il cognome Colonnese. Il figlio Diego (1813-1871) sposava nel 1844 Lucrezia, ultima discendente dei conti Graziani, da lungo investiti della nobiltà di Terni, Cascia e S. Marino e della potentissima famiglia Castelli dell'Umbria, che ebbe lungo dominio nella regione Nerina.


Compre um documento heráldico sobre família Pressello

Escudo da família: Pressello

Brasão da família

Spaccato d'azzurro e d'argento alla fascia d'oro attraversante, accompagnata in capo da una cometa d'oro ondeggiante in palo, accostata da due stelle dello stesso.
Compre Escudo da família

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome