Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Prezza, provenienza: Italia

Titolo: Duchi
Araldica della famiglia: Prezza
Corona nobiliare Prezza Una delle più antiche ed illustri famiglie della città di Ravello, il cui capostipite si fa risalire ad un Orso, vissuto intorno al 1100. Fu compresa, nel 1420, tra le nobili famiglie di questa città esonerate, dalla regina Giovanna II, dal pagamento dei pesi fiscali. Da Ravello si diramò a Sessa, Tropea, Nola, Manfredonia, Barletta, Trani, godendo ovunque gli onori della nobiltà. A Napoli fu aggregata al seggio di Nido. Fu ricevuta nell'Ordine Gerosolimitano dal 1596; fu infeudata di Castellabate, Macchia, Serramezzana e numerose altre terre. Giovanni fu arcivescovo di Manfredonia nel 1217; Marino, consigliere di Sommaria, celebre giureconsulto, autore... Continua

del trattato De suffeudis; Andrea prese parte alla battaglia di Lepanto, ottenendo nel 1572 il titolo di duca che fu imposto nel 1575 sul feudo di S. Felice; Albina fu moglie del principe di Massa, Francesco Toraldo, ucciso nella rivulozione di Masaniello. La famiglia è iscritta nell'Elenco Nobiliare Italiano col titolo di duca di S. Felice (mpr.), ricon. 1905; patrizio di Ravello (m.) in persona del duca Carlo, cavaliere di giustizia dell'Ordine Costantiniano di S. Giorgio, n. a Napoli 17 ott. 1874, figlio del duca Ignazio (dec. 1881) e Marianna Dentice dei conti di S. Maria Ingrisone (dec. 1904), spos. a Napoli il 25 febbraio 1895 con la nobile Maria Minervini. Figli: 1) Anna Maria, nata il 22 gennaio 1896; 2) Bianca, nata il 16 dicembre 1896; 3) Ignazio, nato il 14 aprile 1898, sposato il 18 ottobre 1922 con la nobile Maria Minervini, di Francesco. Figlia di Ignazio: Marina.


Compra un documento araldico su Prezza

Stemma della famiglia: Prezza

Blasone della famiglia

D'azzurro a tre fascie ondate d'oro, col capo del medesimo caricato da tre gigli di azzurro.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome