Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origem do sobrenome Protti, país de origem: Italia

Nobreza: Conti - Nobili
Heráldica da família: Protti
Coroa de nobreza Protti
I primi accenni sul casato risalgono ad un documento del 1189 nel quale un Obertus De Crota il 20 giugno appare come teste nella sentenza emanata dal messo dell'imperatore Federico I e suo figlio a favore del monastero di S. Maria Teodota di Pavia in merito a terre alienate illegalmente dalla badessa Doda; in altra sentenza, relativa a decime, pronunciata il 16 giugno 1216 dagli arbitri eletti dalla Chiesa di Tortona e dal monastero di S. Stefano è ricordato Pietro Croti (Carte Capit., I, 322); Robaldo Crotto il 3 giugno 1219 è condannato dal console di giustizia di Tortona in... Continua
una causa vertente col Capitolo tortonese (id., 351); ad Alessandria il consigliere ... Crottus, non meglio identificato, partecipa alla seduta del 14 maggio 1227 in cui podestà e Consiglio della città eleggono gli arbitri da inviare a Milano per conoscere e comporre le divergenze insorte con Asti e Genova. Il Cavagna Sangiuliani nel suo "Agro Vogherese" (II, 303) annovera i Crotti tra le famiglie più antiche di Voghera viventi nei secoli XII-XIV. Nel 1252 Michele della C. è podestà di Pavia: il 14 giugno dello stesso anno ordina al console di giustizia di intimare ai signori di Nazzano di distruggere due chiuse costruite per deviare presso Voghera il corso dello Staffora e poichè il podestà eletto proveniva da altre città, riteniamo senz'altro che detto Michele fosse tortonese; proprietà di Pietro Crotus in Forfezano confinano con beni che Aimerico Berruti il 24 giugno 1258 vende all'abate di S. Marziano di Tortona; "domino Roberti de la Crota militis potestatis Terdona" è menzionato nella copia del 16 dicembre 1310 relativa all'atto con cui Federico II nel dicembre 1231 assicurava libero transito sulla strada regia da Tortona a Genova (Chartarium, 181); lo stesso nel 1308 era podestà di Pavia (Tasca, Personaggi illustri pavesi, 228). Poichè mancano ragguagli precisi sull'aggregazione al decurionato tortonese dei della C., aggregazione tuttavia intuibile per le alte magistrature cui furono preposti e per benemerenze acquisite coi Visconti, riteniamo metà del XIV secolo; già agli inizi del secolo seguente aderiscono e fanno parte della nobiltà ghibellina milanese partecipando alla repressione del tumulto sollevato il 23 maggio 1404 dai Rusconi e dalla fazione guelfa nel tentativo di oci veneziani ed i fiorentini; la terra e il castello di Robbio (Pavia) con Vinzaglio vennero donati il 2 agosto 1380 dall'imperatore Venceslao ad Antonio Porro conte di Pollenzo i figli del quale il 3 luglio 1432.

Compre um documento heráldico sobre família Protti

Escudo da família: Protti

Brasão da família

Inquartato: nel 1
Compre Escudo da família

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook