Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Rabbioni, provenienza: Italia

Titolo: Nobili - Cavalieri
Araldica della famiglia: Rabbioni
Corona nobiliare Rabbioni Antichissima famiglia, origina del Castrum Sabloni, oggi Castello di Sabbione, propagatasi, nel corso dei secoli, in diverse regioni d'Italia. Le prime vestigia certe, lasciate dal casato, rinvengono al 10 giugno 1180, dal momento che, in un documento di alleanza, di detta data, tra i padovani, i conegliesi ed i cittadini di Ceneda, risulta citato un Fridigello "de Sabbione". Tre secoli più tardi e, precisamente, nel 1409, la famiglia risulta già ascritta al nobile Consiglio di Verona, in persona di un Bartolomeo Rabbioni ("Bartholomeus Sabloni") e, nel 1517, un Cristoforo Rabbioni era notaio e cancelliere del comune di Verona. Da detta... Continua

città, in principio del XVI secolo, la famiglia si stabilì in Cologna, ove, tra il 1468 ed il 1720, i suoi membri, più volte, occuparono le cariche di Sindaco e Provveditore, come risulta dal seguente elenco: "1468 Sabbioni de' Spingardi Gio. Franco (i Spingardi, famiglia di Cologna, erano nel 1384 ascritti nella nobiltà di Zara); 1470 Sabbioni Francesco; 1472 Sabbioni de' Spingardi nob. Giovanni; 1476 Sabbioni nob. Francesco; 1479 Rabbioni de Spingardi cav. Valerio; 1704 Sabbioni nob. Nicolò (il quale fu anche cancelliere del capitano di Vicenza nel 1692); 1710 Sabbioni nob. Nicolò (il quale istituì l'ufficio alle notifiche ed ipoteche); 1720 Sabioni nob. Antonio (il quale fu cancelliere dei reggimenti di Verona, Padova, Treviso)". Il Cambruzzi, inoltre, ricorda che, nel 1688, il dottor Nicolò era cancelliere del N. H. Giuseppe Albrizzi, podestà di Feltre. D'altronde un ramo del casato trovasi proprio in Feltre, e dallo stesso uscì l'Arcivescovo di Spoleto Giovanni, nato in Feltre, il 26 maggio 1779. Nel corso dei secoli, poi, moltissimi Rabbioni si distinsero nel notariato, tra i quali: Sabbioni de Spingardi Giuseppe, del fu Andrea, in Cologna, negli anni 1545-1555; Sabbioni Pietro, del fu Antonio, in Vicenza, negli anni 1600-1617; Sabbioni Gio. Battista, del fu Antonio, in Vicenza, negli anni 1617-1629; altro Sabbioni Gio. Battista, in Padova, negli anni 1609-1631. I Sabbioni, inoltre, si trovavano a Venezia, sin dal 1425, quando Orsola del Sabbion sposò Taddeo da Ponte, patrizio veneto, ma non ebbero in questa città lunga dimora, poichè solo verso il '600 si ha memoria di un Giulio Sabbioni, da "riva veluder", il quale prima, di andar a prender il giubileo a Roma, dispose che, nel caso di sua morte, venisse consegnato un parapetto alla chiesa dei Crociferi in Venezia. Una famiglia Sabbioni, numerosa e ben provvista di mezzi, viveva a S. Samuele verso il 1667, nelle sue milizie; ancora dal 1519 lo straidotto (soldato proveniente da Candia) Fadin Sabbioni venne abilitato in uomo d'armi; ed è da tener presente che altro Fadin Sabbioni, nel 1603, faceva parte degli "huomini d'arme". I cognomi così antichi, senza dubbio alcuno, rendono decoro non solo alle famiglie ma anche alle città che li hanno accolti; pare siano, infatti, molto riguardevoli i soggetti viventi di questa famiglia che, con tanto decoro, sostentano questo nobile cognome, che ha avuto vari soggetti illustri.


Compra un documento araldico su Rabbioni

Stemma della famiglia: Rabbioni

Blasone della famiglia

D'azzurro all'albero di verde nodrito su una campagna del medesimo, fustato di rosso e sormontato da una crescente d'argento contornata d'oro tra 2 stelle del medesimo.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome